facebook rss

Ponte San Carlo vietato ai tir,
Cna: «Rischiamo la chiusura delle aziende»

JESI - Chiusura di Ponte San Carlo, un'ordinanza che rischia di mettere in crisi alcune aziende dello Jesino. Il grido d'allarme è stato lanciato dalla Cna di Jesi che chiede al Comune un incontro
Print Friendly, PDF & Email

Alberto Possanzini presidente Cna di Jesi.

Il 21 maggio scorso la giunta comunale ha deciso di istituire il divieto di transito per i mezzi pesanti (peso complessivo a pieno carico superiore ai 35 quintali) sul Ponte San Carlo, che scavalca il fiume Esino lungo via Marconi per raggiungere il quartiere Minonna e la Statale 362 per Santa Maria Nuova, Filottrano e Macerata.
Cna Jesi trova “assolutamente condivisibile l’approccio precauzionale della giunta comunale, che fa seguito allo studio tecnico dell’ing. Luigino Dezi ed anche alla luce dei drammatici fatti accaduti a Genova lo scorso agosto”, ma ha ricevuto alcune segnalazioni dai propri associati con richiesta di monitorare la situazione di disagio alle imprese coinvolte dal divieto.
“Il blocco del transito – dichiara Alberto Possanzini, presidente della Cna jesina – ha purtroppo causato disagi e problemi a molte attività della zona ed in alcuni casi perdite economiche importanti. Abbiamo registrato anche richieste di aiuto, con un caso limite dove addirittura si rischia la cessazione dell’attività se non si trova rapidamente una collocazione alternativa a quella attuale”.
“Per questo – continua Possanzini – siamo a disposizione dell’amministrazione comunale per individuare soluzioni per le imprese coinvolte. Allo stesso tempo, però, crediamo si debba individuare una soluzione rispetto ad una infrastruttura di accesso alla città che coinvolge anche paesi limitrofi. Le condizioni del ponte potranno migliorare soltanto a seguito di un intervento di ripristino, se non di ricostruzione ex novo”. La Cna invita le altre attività della zona che stanno incontrando simili problemi a contattare la sede di Jesi al numero 0731-712150 o via e-mail all’indirizzo jesi@an.cna.it per segnalare la propria situazione di disagio affinché, in uno spirito collaborativo, si possa trovare una soluzione condivisa al problema.

Il ponte san Carlo con i blocchi di cemento per impedire il transito ai mezzi pesanti.

La Cna di Jesi ha intanto richiesto un incontro a breve termine all’assessore Renzi per trovare una soluzione, anche temporanea, ma urgente per tutte quelle imprese che stanno subendo ingenti perdite a causa del blocco del transito ai mezzi pesanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X