facebook rss

Canile, esposto anonimo:
la consigliera Mariani
interroga il sindaco

OSIMO - Nella lettera senza mittente recapitata in Comune per la capogruppo del Gruppo misto, sarebbero elencate una serie di carenze nella struttura. "Non avendo contezza della reale situazione e se sia vero quanto riportato, ho presentato un'interrogazione con risposta scritta" spiega la consigliera di minoranza
Print Friendly, PDF & Email

un cane ospite di un canile (foto d’archivio)

Tramite la Segreteria del Consiglio comunale, stamattina, ha ricevuto un esposto anonimo, con foto allegate, sulle condizioni in cui verserebbe il canile comunale di Osimo che ospita diversi randagi. La consigliera Maria Grazia Mariani ha subito presentato un’interrogazione a risposta scritta per fugare i dubbi adombrati da quella lettera senza mittente e verificare se i contenuti della missiva siano fondati o se si tratti soltanto di una fake news. “Premesso che prendere cognizione del contenuto di una corrispondenza chiusa indirizzata ad altra persona, come nel caso in questione (l’esposto indirizzato a me è stato consegnato al sindaco) configura il reato di violazione di corrispondenza e non è la prima volta che si verifica questa circostanza, ritengo davvero grave il contenuto dell’esposto anonimo, se fosse  confermato quanto viene riportato. – scrive in una nota stampa la capogruppo del Gruppo Misto – Vi si afferma, tra l’altro, che in pochi mesi sono morti 7 cani. Non avendo contezza della reale situazione ho prontamente provveduto a presentare interrogazione con risposta scritta al sindaco del Comune di Osimo. Se fosse confermato quanto esposto ritengo che l’amministrazione debba intervenire immediatamente”. La lettera anonima elencherebbe una serie di carenze interne alla struttura che non garantirebbero a pieno le condizioni di rispetto del benessere animale. Nell’interrogazione la consigliera ha pertanto chiesto all’amministrazione comunale di Osimo “qual è il corrispettivo annuo che il Comune versa all’azienda che gestisce il canile; quanti cani sono ricoverati all’anno; quanti sono morti nel 2018; se vengono effettuate visite veterinarie e con quale periodicità e se l’amministrazione comunale ha presentato o intende presentare denuncia alle autorità competenti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X