Sandro Zaffiri Spazio pubblicitario elettorale
facebook rss

Spiò per settimane madre e figlio dalla finestra,
stalker condannato ad un anno

CORINALDO - L'uomo, un 55enne, ora si trova nel carcere di Montacuto. I fatti risalgono al 2009. Dalla strada l'uomo era solito spiare madre e figlio mentre si trovavano in bagno. Accusato di atti persecutori, conclusi i tre gradi di giudizio, l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato condannato ad un anno di reclusione
Print Friendly, PDF & Email

I Carabinieri della Stazione di Corinaldo.

 

Spiò madre e figlio dalla finestra della loro casa, 55enne condannato ad un anno di reclusione per atti persecutori. I fatti risalgono al 2009. L’uomo, di Corinaldo, già noto alle forze dell’ordine, all’epoca 46enne, mentre una donna si trovava nel bagno della propria abitazione, nel centro storico di Corinaldo, intenta a vestire il figlio di 6 anni prima di portarlo a scuola, venne sorpreso sulla pubblica via, all’esterno della casa, mentre spiava con il viso a contatto con la finestra del bagno. Madre e figlio iniziarono ad urlare per la paura, tanto da mettere in fuga l’uomo che però nei giorni successivi si ripresentò altre volte, alla finestra della casa, almeno una decina, riassumendo lo stesso comportamento, in alcune occasioni emettendo anche ansimi e ridendo. L’atteggiamento dell’uomo aveva provocato sia nella donna sia nel bambino un costante stato di ansia e paura, tanto che il bambino non riusciva più ad andare in bagno da solo. La donna raccontò la vicenda al marito che decise di appostarsi in casa riuscendo a identificare lo stalker.

La vicenda emerse nell’ambito delle indagini relative ad un altro caso giudiziario riguardante i reati di violenza su minori.
L’uomo all’esito dei tre gradi di giudizio è stato condannato alla pena di 1 anno di reclusione. La procura generale ha emesso l’ordine di cattura in quanto, nella vicenda in esame, vittima degli atti persecutori era anche un minore e la legge non ammette per tali casi la sospensione. Il 55enne, rintracciato nella sua abitazione di Corinaldo, è stato condotto al carcere di Montacuto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X