facebook rss

Utenti morosi, Liste civiche:
“Al posto della pista sul ghiaccio,
200 famiglie da aiutare”

OSIMO - I movimenti civici di Dino Latini preoccupati per i nuovi avvisi di pagamento per la Tari, impianti fotovoltaici e lampade votive. "Le spese per l'enorme pista di pattinaggio equivale per noi a non aiutare tante famiglie che passeranno un Natale al freddo e senza aiuti" commentano
Print Friendly, PDF & Email

Sala Gialla, i banchi con i consiglieri comunale delle liste civiche (minoranza)

In questi giorni stanno arrivando di nuovo richieste di verifiche a migliaia di cittadini per la Tassa Rifiuti. Non sono bastate le bollette pazze Tasi del 2015 e quelle dei rifiuti del 2017, adesso insistono con altri cittadini, pure quelli che hanno messo gli impianti fotovoltaici sui tetti. Ci vuole equità fiscale non lo spremi tasse”. Le liste civiche di Dino Latini sono preoccupate e parlano di atti che “assumono le sembianze della vessazione e si attuano quando non si sa più dove e come per spremere i cittadini”. Nelle cassette postali delle famiglie osimane in queste giorni sarebbero arrivate anche “i conti per le lampade votive dei cimiteri. Dal 2017 sono più che raddoppiati. In sostanza si tassa pure la pietà per i defunti” tuonano i movimenti civici. Quello che consiglieri comunali e attivisti delle Liste civiche chiedono è solo “più rispetto per le famiglie. L’enorme pista di pattinaggio equivale per noi a non aiutare tante famiglie che passano un Natale al freddo e senza aiuti, perché il costo del macchinario della pista è uguale al fabbisogno di 200 famiglie senza reddito. Di chi è la paternità di queste scelta? Dello schieramento politico trifolato giallorossonero (M5S- Pd -Destra) che nel 2014 si presentò unito sotto la bandiera del cambiamento. Che cambiamento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X