facebook rss

Ferie negate e carenza di organico,
i lavoratori di Vialla Jolanda
in stato di agitazione

MAIOLATI SPONTINI - Le rappresentanze interne e le organizzazioni sindacali da tempo chiedono un confronto con l'azienda per risolvere le criticità della struttura. Un faccia a faccia sempre negato e che ha portato il personale a dichiarare lo stato di agitazione
mercoledì 5 Dic 2018 - Ore 12:57
Print Friendly, PDF & Email

Il sindacalista Alberto Beltrani

 

Modifiche estemporanee ai turni mensili, ferie negate e carenza di organico, scatta lo stato di agitazione dei lavoratori della casa di cura Villa Jolanda a Sisciano di Maiolati Spontini. Il personale e le organizzazioni sindacali di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl chiedono un confronto immediato con l’Azienda Koscare Neomesia Santo Stefano. «Confronto richiesto e più volte sollecitato anche dalle rappresentanze interne, per affrontare e risolvere le criticità evidenziate e per rendere affidabili e certi i turni mensilmente assegnati dall’azienda ai lavoratori, evitando ulteriori e continue modifiche» affermano le sigle sindacali che aggiungono: «È indispensabile un adeguato ripristino degli organici necessari alla copertura del fabbisogno di personale dedicato all’assistenza, di una diversa organizzazione interna del lavoro e di un corretto ripristino e svolgimento delle relazioni sindacali. Visti gli innumerevoli tentativi che le rappresentanze interne e le organizzazioni sindacali hanno effettuato e la mancanza di riscontri positivi, è stato dichiarato lo stato di agitazione. Lo stato d’animo con il quale si trova a lavorare il personale della struttura − concludono le tre sigle della categoria − l’aspetto motivazionale, le aspettative e le perdite economiche stipendiali, determinano uno scontro sempre più aspro e preoccupante anche in relazione alle imprescindibili e delicate funzioni che i lavoratori sono tenuti a svolgere quotidianamente».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X