facebook rss

Tariffazione puntuale rifiuti,
arrivano i fondi regionali

CAMERANO - Assegnazione di 109.500 euro dalla Regione Marche per il progetto sperimentale presentato dal Comune di Camerano  per l'anno 2018
venerdì 8 Marzo 2019 - Ore 13:00
Print Friendly, PDF & Email

La Regione Marche assegna al Comune di Camerano, fondi regionali per un ammontare di 109.500 euro per un progetto sperimentale presentato dal Comune di Camerano  per l’anno 2018 . Camerano risulterebbe formalmente tra i due migliori progetti Regionali di applicazione della tariffazione puntuale che appare con il Comune di Terre Roveresche, come unici assegnatari di fondi. I parametri considerati per la scelta dell’attribuzione dei fondi, sono relativi al livello di raccolta differenziata raggiunto (che da anni supera ampliamente i limiti di legge), il livello di integrazione territoriale del servizio e della tariffa applicata (servizio di raccolta domiciliare di tutte le frazioni su tutto il territorio e tariffa con misurazione volumetrica), l’esperienza maturata, le condizioni oggettive e soggettive favorevoli che possono determinare le maggiori aspettative di efficacia.

“Il progetto sperimentale – spiega l’assessore Costantino Renato – potrebbe fare da apripista per altri Comuni dell’Ambito per introdurre la tariffa puntuale sui rifiuti e rappresenta un modello replicabile ed economicamente sostenibile se si considera che le contribuzioni per le famiglie di Camerano sono tra le più basse della Provincia di Ancona. Non è stato semplice avviare per primi questo sistema, ma è possibile palesare, in modo assolutamente indiscutibile, che le scelte fatte e i controlli attuati sul servizio di raccolta dei rifiuti, hanno prodotto per il Comune di Camerano risultati concreti, tangibili e quel giusto mix tra sostenibilità ambientale ed economica. Tale risultato è stato possibile grazie all’ottimo ed efficace lavoro svolto dall’Ambito Territoriale dei Rifiuti che da anni lavora assiduamente con il Comune per raggiungere obiettivi di economicità, efficienza e replicabilità”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X