facebook rss

Il dramma di Nicola:
morto a pochi chilometri da casa

FILOTTRANO - La dinamica dell'incidente stradale avvenuto ieri sera in via Fraschetale è chiara e la Procura ha ritenuto di disporre solo l'ispezione cadaverica con gli esami tossicologici. L'operaio 25enne stava rincasando, in via dell'Industria, passando per Cantalupo, quando si è consumata la tragedia
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ morto a pochi chilometri da casa, dove stava rientrando nel dopocena di domenica, andandosi a schiantare al volante di una Volkswagen Golf prima contro un albero e poi finendo in una scarpata. Un incidente imprevisto, terribile ma dalla dinamica chiara, che non ha coinvolto altri mezzi e che ha cancellato per sempre lo sguardo limpido di Nicola Paesani. Non sarà quindi l’autopsia a dover certificare le cause del decesso dell’operaio di 25 anni che ieri sera ha perso la vita a Filottrano, in via Fraschetale Alto. La Procura non ha ritenuto di disporre l’esame necroscopico ed ha incaricato il medico legale di effettuare, forse già domani all’obitorio dell’ospedale di Torrette, l’ispezione cadaverica con gli esami ematici tossicologici sul corpo del giovane filottranese, per prassi utili ad acquisire elementi probanti solo ai fini assicurativi.

Nicola Paesani

I carabinieri hanno ultimato tutte le verifiche sul luogo del sinistro e ricostruito ciò che è accaduto. Ieri sera alle 21,20 circa il ragazzo stava rientrando dalla frazione di Cantalupo a casa dei genitori, quando ha perso il controllo dell’auto che guidava. Era solo in macchina ed è finito fuori strada. Superato un dosso, la Golf avrebbe preso a sbandare, il conducente non avrebbe fatto in tempo a sterzare e nemmeno a rallentare. L’auto è finita contro un albero, si è ribaltata ed ha terminato la corsa in una scarpata dopo l’impatto violento. Il giovane è deceduto sul colpo avendo riportato lesioni gravissime e un trauma cervicale, attestati dal medico del 118 sul posto.

La golf accartocciata in un ammasso di lamiere dopo lo schianto

Alla notizia di un’altra vita spezzata sull’asfalto è sceso il gelo su Filottrano, In molti si sono stretti attorno alla famiglia di Nicola, un bravo ragazzo che lavorava come operaio in una ditta di confezionamento e commercializzazione di prodotti alimentari con stabilimento in via dell’Industria, a Filottrano,  a poche centinaia di metri dalla sua abitazione. Anche l’Asd San Biagio di Osimo, dove gioca come centrocampista Mattia, il fratello maggiore del 25enne, ha condiviso lo sgomento per questa prematura scomparsa. “Alla famiglia Paesani lo staff dirigenziale, tecnico e tutti i tesserati del San Biagio inviano le più sentite condoglianze” è il messaggio di cordoglio espresso e diramato con un comunicato dal club biancorosso. I parenti, chiusi nel dolore, sperano che domani venga concesso il nulla osta per la sepoltura della salma. Nell’incertezza che ha accompagnato lo scorrere lento dei tempi burocratici, allo strazio e alla disperazione dei genitori di Nicola ancora sofferenti, si è aggiunto il senso di ansia nell’impossbilità di fissare la data dei funerali, da svolgere nei prossimi giorni nella chiesa della Propositura di Filottrano.

Tragedia a Filottrano, perde il controllo dell’auto e muore a 25 anni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X