facebook rss

L’eurodeputato Castaldo:
il rilancio del turismo
attraverso le piste ciclabili

AL VOTO - Il focus dell'incontro con i pentastellati di Osimo e con il candidato sindaco David Monctielli è stato il progetto del Parco Urbano attraverso il percorso delle Fonti e dell’acqua, un dei progetti del programma elettorale
martedì 9 Aprile 2019 - Ore 16:29
Print Friendly, PDF & Email

La tappa di Osimo del vicepresidente del Parlamento Europeo Fabio Massimo Castaldo è stata accolta da una grande partecipazione di cittadini domenica 7 aprile davanti alla sede appena rinnovata del M5S osimano in Piazza del Comune. Insieme a Castaldo hanno partecipato e preso la parola la capogruppo del M5S al Parlamento Europeo Laura Agea, il deputato osimano alla Camera Paolo Giuliodori, i consiglieri regionali Gianni Maggi e Romina Pergolesi, il candidato sindaco e consigliere comunale di minoranza David Maonticelli, la consigliera di minoranza e candidata Sara Andreoli, il sindaco di Castelfidardo, comune amministrato dal Movimento 5 Stelle, Roberto Ascani. David Monticelli ha aperto il suo intervento ricordando la cosiddetta “norma Fraccaro” e cioè i 130.000 euro di fondi in arrivo ad Osimo da parte del governo centrale da utilizzare per l’efficientamento energetico e i miglioramenti strutturali degli edifici pubblici gestiti dal Comune.

Il focus della serata è stato il progetto del Parco Urbano con connessi percorsi ciclabili per un rilancio del turismo e per una valorizzazione lungimirante delle risorse storiche, culturali e ambientali che offre il territorio osimano. “Sarà un modo per riscoprire le origini antichissime di Osimo – ha sottolineato il candidato sindaco Monticelli – attraverso il percorso delle Fonti e dell’acqua, ma in questo modo valorizzeremo il centro storico e quindi il commercio, oltre che l’intera area osimana”. Dunque un progetto ad ampio respiro che potrebbe concretizzarsi grazie all’accesso ai fondi europei gestiti dalla Regione, possibilità su cui si sono espressi positivamente sia Castaldo, sia la Agea, che dopo cinque anni di esperienza a Bruxelles conoscono approfonditamente la materia. L’incontro positivo, assai partecipato, ha consentito poi di focalizzare l’attenzione su alcuni nodi nevralgici della città: partendo da una dura critica delle politiche di austerity imposte dall’Europa che hanno provocato tagli drammatici ai servizi pubblici per i cittadini, tra cui per primi quelli sanitari, Monticelli ha battuto molto sulla necessità di mobilitarsi per contrastare lo smantellamento e riappropriarsi dell’ospedale SS Rocco e Benvenuto di Osimo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X