facebook rss

Depositate le liste:
in 7 per la poltrona di sindaco,
400 candidati alla Sala Gialla

OSIMO - Consegnati oggi loghi ed elenchi. Dopo l'analisi dei nominativi domani la commissione circondariale sorteggerà i simboli per stabilire l'ordine di comparizione sulla scheda. Gli elettori osimani alle Comunali del 26 maggio saranno 30.849, alle Europee 30.190 perchè 638 voteranno all'estero
Print Friendly, PDF & Email

 

Medici, avvocati, dipendenti pubblici, imprenditori, geometri, ingegneri, impiegati, psicologi, operai, sportivi e studenti. Sono i 400 osimani candidati al Consiglio comunale di Osimo, in corsa per accaparrarsi uno dei 24 seggi della Sala Gialla.

David Monticelli consegna la lista elettorale del M5S al segretario comunale di Osimo, Giuliano Giulioni

Quest’anno sono diversi anche gli stranieri con cittadinanza italiana candidati nei vari schieramenti politici. Ai blocchi di partenza delle Comunali del 26 maggio si presentano in tutto 17 liste per 7 candidati sindaci. Tutti e 7 i ‘sindaci’ hanno depositato oggi simboli ed elenco dei nomi. Il primo ad arrivare in Comune alle 6,30 di stamattina è stato il pentastellato David Monticelli,  l’ultimo a consegnare oggi pomeriggio alle 17,30 Fabio Pasquinelli di Territorio Comunità. Il termine per il deposito degli atti scadrà però domani a mezzogiorno. Nel pomeriggio di domani si riunirà la commissione elettorale circondariale di Osimo, presieduta da un vice prefetto che sarà impegnata a vagliare e validare candidature e simboli, prima di firmare i verbali definitivi. Se non saranno sollevate contestazioni, il passaggio successivo sarà in serata il sorteggio dei simboli per stabilire l’ordine di comparizione sulla scheda e sui manifesti dei candidati.

Maria Grazia Mariani deposita la sua lista Difendi Osimo alle 11.30 di stamattina

CHI SONO I SINDACI IN CORSA – In particolare, i 30.849 elettori di Osimo dovranno scegliere tra 7 candidati a sindaco. La città di 35mila abitanti è l’unica della provincia di Ancona con elezioni a doppio turno e considerato l’affollamento di candidati è probabile che la vitttoria del primo cittadino sarà accreditata, anche stavolta, solo dopo il ballottaggio. Saranno della partita Simone Pugnaloni (Pd, Energia Nuova, Ecologia e Futuro, OsiAmo, Popolari Uniti per Osimo), 39 anni, bancario,sindaco uscente; Dino Latini (Liste civiche), 57 anni, avvocato, già sindaco di Osimo dal 1999 al 2004, ex consigliere regionale già candidato a sindaco nel 2014; Achille Ginnetti (Progetto Osimo e Osimo Futura, due liste da 21 e 22 candidati), medico, 62 anni, già assessore e presidente del consiglio; David Monticelli (M5S), 48 anni, direttore di banca, già consigliere comunale e candidato sindaco nel 2014; Maria Grazia Mariani (Difendi Osimo una lista da 23 candidati), 53 anni, funzionario della Corte dei Conti, già consigliere comunale, Fabio Pasquinelli (Territorio Comunità), 38 anni, avvocato, già consigliere comunale e Alberto Maria Alessandrini (Lega), 27 anni, praticante legale e titolare della fattoria didattica ‘Santa Paolina Farm’.

Simone Pugnaloni, il sindaco democrat uscente di Osimo ha consegnato tutti i documenti verso le 9 poco prima delle Liste civiche

GLI ELETTORI – Gli elettori osimani chiamati alla urne per eleggere il diciassettesimo sindaco della città, dal Dopoguerra a oggi, e il nuovo Consiglio comunale saranno in totale 30.849 (15.131 maschi e 15.718 femmine). A questi si aggiunge la lista degli stranieri comunitari (per lo più di nazionalità romena, bulgara ma c’è anche una svedese) che risiedono in città e che hanno chiesto di poter votare per le Comunali. Sono in tutto 47 elettori (15 maschi e 32 femmine). Nell’election day del prossimo 26 maggio, il dato degli aventi diritto al voto scende invece per le elezioni europee.

Alberto Maria Alessandrini, il candidato sindaco delle Lega

In questo caso gli elettori osimani in totale saranno 30.190 (14.756 maschi e 15.434 femmine). Hanno chiesto di votare ad Osimo nelle liste aggiunte 28 stranieri comunitari mentre gli osimani iscritti all’Aire sono 634 e voteranno nei Paesi di residenza mentre altri 4 osimani che si trovano temporaneamente all’estero per studio o lavoro potranno esprimere la loro preferenza nella città dove sono domiciliati. Il numero degli elettori per le elezioni comunali è più alto proprio perché gli osimani iscritti all’Aire dovranno invece votare solo a Osimo per scegliere il nuovo sindaco. Le liste degli elettori saranno comunque revisionate dall’Ufficio elettorale del Comune per l’ultima volta 15 giorni prima del voto, con la cancellazione dei decessi.

Dino Latini, il sindaco delle Liste civiche

I SEGGI – Saranno 33 i seggi distribuiti su tutto il territorio comunale, 3 dei quali ‘speciali’ e impegnati a raccogliere le schede all’ospedale e nelle case di riposo Buttari, Recanatesi e Bambozzi. I 33 presidenti di seggio saranno affiancati da altrettanti segretari e da 134 scrutatori, sorteggiati nelle prossime settimane con l’aiuto del computer a palazzo comunale dalla commissione elettorale comunale.  Si voterà solo nella giornata di domenica 26 Maggio. Lo spoglio delle Europee inizierà subito, alla chiusura delle urne, quello delle Comunali dalle 14 di lunedì 27 Maggio. Potrà entrare in cabina solo chi ha compiuto 18 anni anche nella giornata del 26 maggio. E c’è un solo 18enne osimano che soffierà le candeline quel giorno, mentre sono 27 i futuri 18enni esclusi dal voto perché festeggeranno il compleanno tra il 27 maggio ed il 30 giugno. Tra gli elettori figurano anche diversi nonnini centenari.

Fabio Pasquinelli, candidato sindaco di Territorio Comunità

LE ELEZIONI COMUNALI DEL 2014 – E’ evidente la contrazione nei numeri rispetto all’election day 2014. Il 25 maggio del 2014 in città erano stati 29.705 gli elettori (15.250 donne e 14.455 uomini) per le Comunali con 5 candidati sindaco in corsa. Un numero sceso a 29.211 elettori (15.044 donne e 14.167 uomini) per le consultazioni europee perchè molti osimani residenti all’estero avevano chiesto di votare in Paesi stranieri. Al primo turno delle Amministrative 2014 aveva deposto la scehda nell’urna il 68,21% degli aventi diritto, al secondo turno il 51,32%. Al ballottaggio erano arrivati Simone Pugnaloni (Pd) che a sorpresa aveva staccato di soli 6 voti Dino Latini, l’avversario che lo precedeva al primo turno di quasi 1200 preferenze. Mandando in frantumi i pronostici della vigilia Pugnaloni aveva vinto per 7.435 voti (50,02%) contro i 7429 di Latini (49.98%). Sei voti che hanno fatto la differenza e che erano scesi a 3 dopo un contenzioso legale chiuso con la sentenza del Consiglio di Stato nel 2016.

Achille Ginnetti cnadidato sindaco di Progetto Osimo e Osimo Futura, ha consegnato liste e simboli oggi a mezzogiorno

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X