facebook rss

‘Vivi Filottrano’ e la ‘sindaca’ Giulioni
lanciati verso il bis

AL VOTO - Al teatro Torquis presentata la lista della prima cittadina uscente, composta da 12 persone con diverse competenze, sensibilità e capacità, ma con un progetto comune ispirato esclusivamente all’ideologia del buon fare
domenica 12 Maggio 2019 - Ore 10:37
Print Friendly, PDF & Email

Lauretta Giulioni con l’imporendiotore Andrea Lardini

 

Grande entusiasmo alla presentazione ufficiale della lista civica “Vivi Filottrano con Lauretta Giulioni sindaco” che si candida per un secondo mandato alla guida della città. Il teatro Torquis, venerdì sera, ha accolto a fatica le tantissime persone che non sono volute mancare ad uno dei principali appuntamenti di questa campagna elettorale, con la candidata sindaco Lauretta Giulioni quanto mai brillante e decisa a proseguire nel processo di rinnovamento di Filottrano. In un’atmosfera calda e accogliente Lauretta Giulioni ha raccontato brevemente, con l’ausilio di slide, quanto è stato fatto negli ultimi 5 anni, con i giardini ritornati a nuova vita e biglietto da visita di una città elegante per vocazione, anche per via del suo importantissimo distretto industriale del tessile-abbigliamento. Per un comune di appena 9.600 abitanti la realizzazione di opere pubbliche per un importo di 10 milioni di euro ha rappresentato una manna dal cielo e la possibilità di offrire nuovi servizi, scuole completamente antisismiche, asfalti e strutture finalmente usufruibili come il polo museale San Francesco, per non parlare poi dei musei, tra cui quello dedicato a Giacomo Beltrami che è ormai diventato realtà con la presentazione del progetto esecutivo. Come sottolineato dal sindaco Giulioni tutto questo non poteva essere possibile contando solo sulle risorse comunali, l’amministrazione si è infatti dedicata alla ricerca di bandi e finanziamenti a livello regionale, ministeriale ed europeo ed alla fine è riuscita a portare a casa ben 6,5 milioni di euro con due progetti esecutivi già finanziati, come l’ampliamento della scuola materna e la ristrutturazione dell’acquedotto e del palazzo comunale che non avveniva da decenni. Se l’elemento caratterizzante dell’amministrazione Giulioni è stata la forza e la compattezza del gruppo, non meno importante è stata la visione della Filottrano futura che ha sempre avuto in mente, perché compito di ogni amministratore è guardare alle esigenze immediate della città, ma anche a quelle che riguarderanno le nuove generazioni e le persone che con il passare del tempo diverranno anziane e quindi avranno esigenze diverse dalle attuali. La lista Vivi Filottrano, come recita lo slogan di questa campagna elettorale, intende fare “ancora di più, ancora meglio”.

La presentazione si è concentrata proprio sul programma dei prossimi 5 anni. Si vuole porre mano al problema viabilità con modifiche alla circolazione nella zona industriale e con la realizzazione della variante ad ovest. Sempre nella zona industriale verrà posizionata una rotatoria per aumentare la sicurezza nell’accesso al centro commerciale. Ci si concentrerà sulla sicurezza stradale cercando di continuare nel processo di asfaltatura che riguarderà tutte le strade: l’obiettivo è di migliorare ulteriormente l’illuminazione, gli attraversamenti stradali e soprattutto realizzare nuovi marciapiedi di collegamento. Si continuerà a valorizzare i presidi scolastici: verrà completata la scuola materna di Montoro con la realizzazione del secondo stralcio, che comprende il piano superiore e la sistemazione della zona verde. Molta attenzione sarà riversata alle frazioni che rappresentano l’anima di Filottrano, in particolare si intende sistemare le aree verdi con nuovi arredi creando tanti bei giardini, come quelli in centro, e realizzare dei punti di aggregazione con nuovi locali o ristrutturando quelli già esistenti. Dal punto di vista dei servizi sociali, Vivi Filottrano con Lauretta Giulioni sindaco, vuole continuare a sostenere le famiglie e le giovani mamme, ampliare la Fondazione “Il Chiostro” con il suo centro diurno e potenziare gli spazi e i servizi con la possibilità di ricoveri temporanei che permettano alle famiglie di risolvere le difficoltà legate alla mancanza delle badanti o a particolari momenti di assenza dei familiari da casa. Incentivare la domiciliarità come sostegno alle famiglie con anziani e promuovere un servizio di volontariato a domicilio per sostenere gli anziani soli e per dare una mano nelle attività di vita quotidiana.

La squadra che si presenta è composta da 12 persone con diverse competenze, sensibilità e capacità, ma con un progetto comune ispirato esclusivamente all’ideologia del buon fare. Un gruppo che guarda al futuro di Filottrano e che in parte si è rinnovato portando al suo interno nuove idee. La candidatura di spicco resta quella del noto imprenditore filottranese Andrea Lardini, che ha evidenziato, durante la sua presentazione, come la sua decisione sia maturata per il profondo amore che nutre per la sua città e per i grandi risultati che sono stati ottenuti da questa amministrazione. “Nonostante tutto e tutti – ha detto – penso che con il mio bagaglio di conoscenze ed esperienze possa dare un valido contributo”. La lista è giovane e comprende anche la laureanda in educazione professionale Emily Bracaccini e Filippo Coppari, ormai prossimo alla laurea in Giurisprudenza, entrambi molto attenti alle esigenze dei loro coetanei, il centrocampista, poi allenatore ed impegnato nel mondo sociale e sportivo Francesco Paccamicio, sempre ricco di idee e con la voglia di far gol, l’imprenditrice Michela Angeletti e l’insegnante Paola Scarponi, sensibile alle tematiche sociali e alla disabilità. Rinnovano il proprio impegno l’assessore ai lavori pubblici uscente Doriano Carnevali, che tanto si è speso per realizzare nuove opere, quello al bilancio ed allo sport Giovanni Morresi, che lascia conti in ordine, il geometra Roberto Silvestroni, l’ingegnere Juri Barboni, intenzionato a portare avanti il processo di innovazione tecnologica, la maestra Maria Carla Accattoli e l’assessore ai servizi sociali Silvia Lorenzini, che tanto ha fatto per creare una società educante e aiutare le famiglie filottranesi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X