facebook rss

Inquinamento e Pm 10 sopra i limiti
in via Marco Polo e alla Stazione

OSIMO – Dopo i rilevamenti eseguiti ieri in diverse aree della città, la lista Territorio Comunità e il candidato sindaco Fabio Pasquinelli rendono noti i risultati dell’indagine sullo smog da polveri sottili. In alcuni casi i valori rilevati eccedono il doppio previsto dalla norma.
sabato 18 Maggio 2019 - Ore 16:16
Print Friendly, PDF & Email

Fabio Pasquinelli rileva le Pm 10 a Osimo Stazione con l’aiuto di un apparecchio digitale

 

L’ecologia non è liquidabile con vuoti slogan ad effetto che spesso mortificano il dibattito elettorale. Una seria politica ambientale sorge da iniziative concrete capaci di favorire l’accesso alle informazioni corrette diffondendo conoscenza e consapevolezza a beneficio dei cittadini. Per questo, Territorio Comunità si è dotata di una centralina digitale volta alla rilevazione dell’inquinamento atmosferico da polveri sottili PM 10 e PM 2,5. La lista a sostegno del candidato a sindaco Fabio Pasquinelli durante un presidio ad Osimo Stazione, avvenuto nella tarda mattinata di venerdì 17 maggio, ha comunicato i dettagli di un’indagine i cui risultati dovrebbero far riflettere. L’azione per il monitoraggio della qualità dell’aria che respirano gli osimani si è svolta in diverse zone della città dei “senza testa”.

Il 16 maggio, dalle ore 8 alle 9, sulla strada Provinciale 361, in Via Marco Polo (zona Fornaci) ed in via Cristoforo Colombo (zona Maxiparcheggio), ed il giorno 17 maggio dalle ore 11 alle ore 13 lungo la Strada Statale 16 in località Osimo Stazione (nel piazzale della Stazione Ferroviaria). «Qui l’ultima rilevazione delle ore 13 è stata effettuata dallo stesso Pasquinelli alla presenza degli organi di informazione e sono stati assunti i seguenti livelli di polveri sottili: PM 10 pari a 7,2 microgrammi e PM 2,5 pari a 3,6 microgrammi. – fa sapere una nota stampa di territorio Comunità- Gli addetti alla rilevazione, inoltre, hanno dichiarato che i dati raccolti potrebbero avere valori inferiori a quelli soliti in relazione alle piogge dei giorni precedenti a giovedì e del forte vento di venerdì. Per la SP 361, in relazione alle PM 10 il valore medio istantaneo risulta di circa 34 microgrammi, per un valore aggregato intorno a 135 microgrammi, mentre per quanto concerne le PM 2,5 , il valore medio istantaneo risulta di circa 14 microgrammi, per un valore aggregato intorno a 106 microgrammi».

Per la Ss 16, in relazione alle PM 10 il valore medio istantaneo è risultato di circa 23 microgrammi, per un valore aggregato intorno a 115 microgrammi, mentre per quanto concerne le PM 2,5 , il valore medio istantaneo risulta di circa 12 microgrammi, per un valore aggregato intorno a 96 microgrammi. «Tale rilevazione a campione – prosegue il comunicato stampa – dimostra che l’inquinamento atmosferico da polveri sottili delle aree prese in esame è abbondantemente sopra i limiti di tolleranza e, in alcuni casi, segna un valore che eccede il doppio previsto dalla norma (50 microgrammi per PM 10 e 40 microgrammi per PM 2,5)». Territorio Comunità metterà a disposizione dei cittadini la centralina per il monitoraggio costante dell’inquinamento atmosferico in tutto il territorio di Osimo. “Per fronteggiare una situazione grave che minaccia la salute degli osimani” -spiega Pasquinelli- siamo pronti ad alleggerire la strada provinciale di Via Polo e Via Colombo, anche con il recupero del progetto di strada di bordo per collegare i nuovi quartieri, a varare una politica ambientale che sia centrale e raggiunga obiettivi tangibili: una strategia ‘rifiuti zero’ con il potenziamento del servizio porta a porta, la raccolta differenziata al 90% in tre anni, la graduale eliminazione dei rifiuti di plastica ed altre urgenze prioritarie come quella, fin qui trascurata, di garantire a uomini, donne e bambini un’aria più respirabile».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X