facebook rss

Falconara, aperto il bando
per gli alloggi d’emergenza

NON CI SONO scadenze per presentare le domande, che saranno vagliate dagli uffici. Chi è disoccupato per ottenere maggior punteggio dovrà essere iscritto al centro per l’impiego e a due agenzie interinali e si dovrà mettere a disposizione per lavori socialmente utili
mercoledì 22 Maggio 2019 - Ore 15:29
Print Friendly, PDF & Email

Il comune di Falconara

 

Possono essere presentate da oggi le domande per l’assegnazione di un alloggio di emergenza, che saranno vagliate sulla base di quanto previsto dal nuovo «regolamento comunale per interventi a favore di famiglie in condizione di emergenza abitativa», approvato dal Consiglio comunale il 20 marzo. Il testo del bando e la modulistica sono disponibili sul sito istituzionale del Comune di Falconara (la pagina è raggiungibile con il link https://tinyurl.com/y4x92o2x). Non ci sono scadenze per la presentazione delle domande. La nuova regolamentazione prevede diverse forme di sostegno, che vanno dal contributo economico per il pagamento di due mensilità d’affitto (per un massimo di mille euro) al ‘Progetto Casa’ che prevede il pagamento a carico del Comune di metà del canone d’affitto per sei mesi (se il canone non è superiore a 500 euro mensili) o per 12 mesi (se il canone non è superiore a 300 euro). In alcune situazioni è prevista infine l’assegnazione di un alloggio di emergenza, che può essere concesso per sei mesi, rinnovabili per altri sei. Requisiti per accedere ai contributi sono l’essere cittadini italiani o della Comunità Europea, oppure cittadini extracomunitari, regolarmente residenti, in possesso di permesso di soggiorno in corso di validità; avere la residenza nel Comune di Falconara Marittima da almeno cinque anni al momento della domanda; non avere la titolarità in tutto il territorio nazionale ed estero, di proprietà, usufrutto, uso o altro diritto reale di godimento di un’altra abitazione adeguata alle esigenze del nucleo familiare, ad eccezione delle proprietà interessate da provvedimento di pignoramento, non essere assegnatari di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica; avere un reddito annuo complessivo del nucleo familiare, risultante dall’attestazione Isee, non superiore al limite determinato annualmente. Per ottenere un maggior punteggio, i richiedenti di una casa d’emergenza dovranno dimostrare di avere la seria intenzione di trovare un lavoro. I beneficiari degli alloggi, se disoccupati, dovranno inoltre mettersi a disposizione del Comune per svolgere attività socialmente utili, compatibilmente con le condizioni di salute. Quanto agli alloggi di emergenza, sono due quelli attualmente disponibili.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X