facebook rss

A Trecastelli vince la continuità, scranno da sindaco a Sebastianelli

ELEZIONI – Il primo dei Comuni marchigiani a nascere «per fusione» cambia leadership dopo i cinque anni da sindaco di Fausto Conigli. L'ex assessore, con la civica Trecastelli passione comune, batte le liste che sostenevano Massimo Lorenzetti (Armonia per Trecastelli) e Giorgio Terenzi (Insieme si può)
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Trecastelli, Marco Sebastianelli

 

Fu il primo dei comuni marchigiani a nascere, nel gennaio 2014, dalla fusione di tre piccoli centri, ovvero Ripe, Monterado e Castel Colonna. Da allora, a sedere sullo scranno più alto di Trecastelli era stato Fausto Conigli – con un mandato da sindaco di Ripe alle spalle –, ma dopo cinque anni si cambia e a guadagnarsi la fascia tricolore è l’assessore ai Lavori Pubblici ed ingegnere civile uscente, Marco Sebastianelli. Con il 47,86% dei voti (1821), batte l’imprenditore Giorgio Terenzi e la sua civica Insieme si può (1197 voti per il 31,46% delle preferenze), e l’avvocato Massimo Lorenzetti con Armonia per Trecastelli (787 voti per il 20,68% delle preferenze).
Nella sua corsa vincente al ruolo di primo cittadino – che segna un cambiamento in continuità per Trecastelli – era affiancato dagli aspiranti consiglieri Eleonora Lozza (31 anni, laureata in giurisprudenza), Lorenzo Paolini (20 anni, studente universitario in economia e commercio), Alessandro Pellegrini (35 anni, dottore commercialista), Morena Cesaroni (47 anni, operaia), Federico Bruni (20 anni, studente universitario in scienze politiche), Tasio Gregorini (67 anni, pensionato), Liana Baci (55 anni, ragioniera), Luca Casagrande (54 anni, geometra funzionario tecnico provincia di Pesaro-Urbino), Nicola Moretti (23 anni, laureato in ingegneria gestionale, imprenditore), Barabara Piobbici (47 anni, casalinga), Martina Morganti (33 anni, ragioniera, imprenditrice), Lucia Spinaci (40 anni, laureata in ingegneria gestionale, impiegata).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X