facebook rss

Crisi cardiaca in chiesa,
il poliziotto la rianima e la salva

OSIMO - L'agente era in servizio di pattuglia quando, ieri mattina, è stato fermato da una uomo che chiedeva aiuto fuori dalla Basilica di San Giuseppe da Copertino dove una 74enne era svenuta e non respirava. Praticato il massaggio cardiaco la donna si è ripresa
lunedì 19 Agosto 2019 - Ore 12:27
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, il convento francescano e la Basilica di San Giuseppe Da Copertino

Il commissariato di Ps di Osimo

 

Poliziotto del Commissariato di Osimo salva la vita ad una anziana. Ieri mattina, domenica 18 agosto, verso le ore 8, una volante del Commissariato di Osimo, durante il normale controllo del territorio, transitava in via San Francesco dove, all’altezza della Basilica di San Giuseppe da Copertino, è stata bloccata da un uomo che chiedeva aiuto. L’uomo, al telefono con personale del 118, segnalava la presenza in chiesa di una donna anziana riversa a terra e priva di sensi, in probabile arresto cardio circolatorio, che si era sentita male durante la messa.

I poliziotti, entrati immediatamente in chiesa, si sono avvicinati alla donna a terra, priva di sensi. Accanto c’era un’altra donna sopra di lei che stava tentando di rianimarla praticando un massaggio cardiaco che, purtroppo, non dava risultato positivo. Uno dei due operatori, prontamente e con spirito di iniziativa, si è sostituito alla donna nel praticare il massaggio cardiaco in maniera senza dubbio più energica, facendo rianimare l’anziana donna, salvandole la vita. Infatti, grazie all’intervento determinato e preciso dell’agente, la donna, dopo aver emesso alcuni colpi di tosse, ha ripreso a respirare e a ripreso conoscenza. L’operatore del Commissariato si è messo quindi al telefono con il 118 fornendo dettagliate indicazioni per l’intervento sul posto del personale medico, che avveniva poco dopo. La donna di 74 anni, residente ad Osimo, veniva successivamente trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Osimo per le ulteriori cure del caso.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X