facebook rss

Appena separata
respinge avance dell’amico di famiglia,
lui la perseguita: ammonito

OSIMO - Le attenzioni del 60enne erano diventate morbose nei riguardi della 50enne osimana che, finita in una sorta di incubo, sabato scorso si è rivolta alla polizia in cerca di aiuto. Il questore ha emesso un provvedimento che intima all'uomo di astenersi da ogni interferenza sulla vita della vittima
Print Friendly, PDF & Email

Il commissariato di Ps di Osimo

 

Lei lo respinge e lui la perseguita con insulti pubblicati anche sui social media. Sabato scorso gli agenti del Commissariato di Osimo, sono intervenuti su richiesta di una donna, residente ad Osimo che, qualche mese fa, si era separata dal marito. Da quel momento un amico di famiglia, da tempo invaghito della cinquantenne osimana, ha cercato con ogni mezzo di conquistarla, tempestandola di telefonate e messaggi, appostandosi sotto casa e seguendola ovunque lei andasse. Al deciso rifiuto di tutte le avance da parte della donna, non interessata ad intraprendere un nuovo rapporto, il sessantenne, anch’egli residente ad Osimo nonché amico di vecchia data, deluso, diventa più aggressivo. Non si arrende ed inizia ad intraprendere una serie di comportamenti scorretti nei confronti della donna: la offende, anche pubblicamente sui social, con i peggiori insulti. La donna, che si sente minacciata e teme per la sua incolumità, non sapendo come uscire da questa delicata situazione, si rivolge agli uomini del Commissariato di Polizia di Osimo, diretti dal vice questore Giuseppe Todaro, che, in poco più di 24 ore, pongono fine a quell’odissea in cui da quattro mesi, suo malgrado, si è trovata catapultata. All’uomo è stato formalmente notificato un provvedimento di ammonimento emesso dal Questore di Ancona, Claudio Cracovia, con il quale gli è stato intimato di astenersi da ogni interferenza sulla vita della vittima, perché, nel caso contrario, si procederà nei suoi confronti, indipendentemente dalla volontà della parte offesa, per il reato di atti persecutori punito con pene molto severe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X