facebook rss

In autostrada con un carico
di elettrodomestici rubati:
arrestato un 52enne (Video)

ANCONA - L'uomo è stato fermato dalla Squadra Mobile mentre con il camion percorrevo la corsia sud. All'interno del tir, la polizia ha scoperto merce per un valore di 100mila euro, prelevata da una ditta lombarda
Print Friendly, PDF & Email

Il camion con la merce rubata

 

In autostrada con un carico di elettrodomestici rubati: fermato e arrestato un pugliese di 52 anni. L’uomo è stato bloccato tra domenica e lunedì  dai poliziotti della Squadra Mobile e dell’Ufficio di Polizia di Frontiera di Ancona, collaborati nelle fasi operative dalla Polizia Stradale. Il 52enne è stato sorpreso mentre trasportava un autoarticolato di 13,5 metri, carico di refurtiva, asportata da un centro di stoccaggio merci di Gaggiano (MI). Nei confronti dell’uomo è scattato un fermo per ricettazione aggravata.
Da quanto ricostruito dagli investigatori dorici, il camion avrebbe raggiunto la ditta lombarda nella tarda serata di domenica 6 ottobre e, nottetempo, sarebbe stato caricato di refurtiva asportata dall’azienda, attraverso una finestra di piccole dimensioni per eludere le zone sottoposte agli allarmi volumetrici. Il trasbordo così operato, ha richiesto sicuramente molto tempo (almeno otto ore) e numerosa “forza lavoro” da parte di plurimi componenti del sodalizio delinquenziale che avrebbero organizzato e partecipato al furto.
La merce rubata, del valore complessivo di circa 100mila euro, composta da elettrodomestici (aspirapolveri, forni a microonde, spremiagrumi), appena stipata all’interno del camion, avrebbe dovuto raggiungere la sua destinazione, probabilmente una località in Puglia  per poi essere riciclata sul territorio.  Ieri mattina il gip, dopo aver convalidato il provvedimento, ha collocato il 52enne agli arresti domiciliari.

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page