facebook rss

Supercar abbandonata dai ladri:
dentro utensili da scasso e un’ascia

FALCONARA - La vettura, un'Audi A3 Sportback, è stata ritrovata dai carabinieri in via Alto Adige ieri sera. Potrebbe essere il veicolo utilizzato dalla banda che nelle ultime settimane ha compiuto diversi furti nelle Marche
Print Friendly, PDF & Email

Gli attrezzi dell’Audi

 

Potrebbe essere la supercar utilizzata dalla banda di ladri che sta imperversando in tutta la regione l’Audi A3 ritrovata ieri sera, attorno alle 20, dai carabinieri della Tenenza di Falconara. L’auto, una Sportback 3.2 V6 potentissima alimentata esclusivamente con benzina 100 ottani, è stata individuata  in via Alto Adige. Non c’era nessuno all’interno dell’abitacolo. È verosimile che gli occupanti   stessero in quel momento eseguendo dei sopralluoghi alla ricerca di obiettivi remunerativi tra le abitazioni collocate nella zona residenziale falconarese. A disturbarli sarebbe stato l’intervento dei militari che, insospettiti dall’auto, hanno subito eseguito un accertamento sul mezzo riscontrando che lo stesso montava le targhe di una Renault X-Mod, rubate pochi giorni fa a Camerano. All’interno del bagagliaio, un vero e proprio arsenale: un frullino, due piedi di porco, 1 ascia da kg 10 e svariati utensili da scasso (cacciaviti, pinze e punteruoli). Diversi i casi accertati tra le province di Ancona e Macerata, dove l’autovettura è stata collocata in occasione di furti o tentati furti in abitazione.

L’Audi A3

Gli occupanti dell’auto sono stati ricercati tutta la notte dai militari ma è probabile che possano aver trovato una veloce e silenziosa fuga nei campi sulla via del Barcaglione. Gli investigatori sono tuttora analizzando le tracce biologiche all’interno dell’auto e proprio in queste ore, una squadra della Sezione Operativa della Compagnia di Ancona, sta rivoltando da cima a fondo l’auto, considerato che la stessa è stata utilizzata per un periodo superiore a 6 mesi. Altro particolare emerso e non di poco conto, quello della riverniciatura: l’auto fino a maggio era di colore grigio metallizzato, successivamente è stata tirata a lucido in colore nero, probabilmente per depistare le indagini in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X