facebook rss

Fermato alla stazione ferroviaria
con un’accetta in auto

JESI - L'uomo, un 32enne residente in Vallesina, è stato denunciato per possesso ingiustificato di arma impropria
Print Friendly, PDF & Email

L’accetta sequestrata dalla Polizia

 

Vagava senza meta nel piazzale della stazione ferroviaria e quell’atteggiamento ha insospettito gli agenti del Commissariato di Jesi che stavano effettuando dei controlli preventivi in zona. L’uomo, alla vista della volante, si è mostrato particolarmente reticente nel mostrare i documenti di identità e nello spiegare che cosa ci facesse in stazione, da solo, apparentemente senza meta. Anzi, più le domande dei poliziotti si facevano insistenti e più l’uomo diventava insofferente. Intanto, i poliziotti sono riusciti a individuare la vettura in uso a quell’uomo, una Fiat Panda parcheggiata proprio di fronte alla stazione. Da una perquisizione veicolare gli agenti hanno trovato, sotto al sedile del lato guida, un’accetta di medie dimensioni. Ovviamente il proprietario della vettura ha dichiarato di non saperne nulla. Accompagnato in commissariato per l’identificazione, l’uomo – S.C.A.le sue iniziali – 32 anni, residente in Vallesina, è stato denunciato per possesso ingiustificato di arma impropria. L’ascia è stata sequestrata. Da una verifica della sua posizione è risultato che già nel mese di agosto era stato segnalato all’autorità giudiziaria per lo stesso reato. Il denunciato nei prossimi giorni sarà munito di foglio di via obbligatorio dal Comune di Jesi: il questore di Ancona applicherà anche la misura dell’avviso orale, monito propedeutico all’applicazione di figure preventive molto più gravi.
(tafre)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X