facebook rss

Ubriaco, prende a calci
le vetrine dei negozi
Dopo il ricovero fugge dall’ospedale

OSIMO - Domenica movimentata in via Matteotti dove il 36enne lauretano è stato soccorso dal 118 e dali poliziotti del Commissariato. Dopo essere scappato dal pronto soccorso ha continuato a seminare il panico in diversi bar della zona e fino a via Colombo. E' stato multato e per lui il questore ha emesso il foglio di via con allontamento per 3 anni dalla città
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, i mezzi del 118 mentre domenica scorsa soccorrevano  il 36enne lauretano in evidente stato di alterazione psicofisica in via Matteotti

 

Semina il panico in tutta Osimo dopo aver alzato troppo il gomito, viene multato e il questore lo allontana per tre anni dalla città. Un 36enne, residente a Loreto, aveva movimentato la giornata di domenica in una via del centro storico di Osimo, considerato che, in totale stato di alterazione da sostanze alcoliche, se la prendeva con chiunque e con qualsiasi cosa gli capitasse a tiro. Fin dalla prima mattina, l’uomo era stato notato da numerosi passanti in via Matteotti, mentre sferrava calci e pugni agli infissi delle abitazioni e dei negozi circostanti, invadendo la sede stradale e causando un grave pericolo per la circolazione.

Gli agenti del Commissariato di Osimo, sollecitati da numerosi utenti erano interventi subito e, con l’ausilio di personale del 118, avevano accompagnato l’uomo in ospedale perché, nel frangente, si era ferito ad una mano mentre sferrava i suoi colpi.  Lo stesso tuttavia si era allontanato dall’ospedale e si era diretto, nel primo pomeriggio, verso il centro, dove aveva causato il panico in diversi esercizi commerciali, tra cui il bar “4+1” di Via San Marco, la pizzeria “Da Noantri” di Via Matteotti e il bar del Conad di Via Colombo, che si erano dovuti nuovamente rivolgere agli agenti per il comportamento molesto del cittadino loretano.

Questa volta, data la situazione, gli uomini del Commissariato di Osimo, diretti dal vice questore Giuseppe Todaro, hanno provveduto ad accompagnare il soggetto presso l’autostazione e, contestualmente, lo hanno sanzionato amministrativamente per ubriachezza manifesta e molesta. A causa dei suoi numerosi precedenti analoghi, il 36enne, su segnalazione degli agenti osimani, sarà interdetto dal ritornare ad Osimo per i prossimi tre anni, in quanto il Questore di Ancona adotterà nei suoi confronti la misura di prevenzione del divieto di ritorno. In caso contrario rischierà la denuncia penale.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X