facebook rss

Droga, stalking e furti:
le misure di prevenzioni
richieste dal Commissariato

OSIMO – Avvisi orali, sorvegliati speciali, fogli di via obbligatori e ammonimenti: è sostanzioso il bilancio dei provvedimenti firmati quest’anno dal questore su segnalazioni dei poliziotti osimani
Print Friendly, PDF & Email

Una volante del Commissariato di Osimo alla stazione di arrivo del Tiramisù

La volante del Commissariato di Osimo davanti al loggiato dell’ex Foro Boario

 

Sono state molteplici le misure di prevenzione personali, previste dal testo Unico Antimafia e da alcune leggi di settore, finalizzate ad arginare, in chiave preventiva, i principali fenomeni criminali o comunque attinenti alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, richieste quest’anno dalla Polizia di Osimo. Nel corso delle operazioni antidroga svolte o delle indagini  per individuare gli autori di furti o a tutela di donne vittime di uomini violenti o stalker, gli agenti del Commissariato, diretti dal vice questore Giuseppe Todaro, hanno prestato la massima attenzione per segnalare le situazioni degne dell’adozione di questi importanti provvedimenti, firmati del questore di Ancona, che molto impattano sulla vita di chi li riceve. Dall’inizio del 2019, su segnalazione del Commissariato di Osimo, sono stati adottati 13 provvedimenti, nei confronti di altrettanti cittadini residenti ad Osimo, di “Avviso Orale”.

Questo provvedimento raggiunge coloro che si sono macchiati di reati gravi, contro il patrimonio o la persona, o relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti e sono considerati quindi, per la loro condotta di vita, persone socialmente pericolose, che vivono, anche solo in parte, dei proventi di attività criminali. Con questo tipo di atto, il questore opera una vera e propria ‘diffida’ nei confronti di queste persone, intimando loro di tenere una condotta di vita incline al rispetto della legge ed a non frequentare persone pregiudicate. Nel caso in cui i soggetti destinatari dell’”Avviso Orale” perseverino nella propria condotta criminale e deviante, rischiano un aggravamento della misura preventiva, in una molto più restrittiva che prevede gravi ripercussioni sulla libertà personale, e per tali ragioni è adottata dal Tribunale di Ancona, Sezione Misure di Prevenzione.

una pattuglia della Polizia di Osimo davanti ai Tre Archi

La misura in questione è la “Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza”, ed anche in questo caso, su iniziativa degli agenti del Commissariato di Osimo, il questore ha segnalato al Tribunale, nel corso del 2019, tre cittadini osimani, ad uno dei quali il Tribunale ha già inteso comminare questa importante misura preventiva. In questo caso si tratta di persone che hanno fatto della condotta criminale la base della propria vita, ricavando esclusivamente da questa tutti i mezzi di sostentamento. Gli stessi, oltre a dover tenere una condotta irreprensibile, non potranno uscire di casa la sera e la notte e, se ritenuto necessario, non potranno allontanarsi da Osimo. Il questore inoltre, nel corso del 2019, ha adottato 3 “Fogli di via Obbligatori”, di cui uno pochi giorni fa, nei confronti di altrettante persone che non sono residenti ad Osimo e che, a causa dei loro comportamenti ritenuti socialmente pericolosi, non potranno rimettere piede in città per i prossimi 3 anni, rischiando in caso contrario una denuncia.

Il vice questore Giuseppe Todaro

Si segnala infine l’adozione, sempre su segnalazione dei poliziotti osimani, di 2 provvedimenti di “Ammonimento”, emessi dal questore di Ancona nei confronti di altrettante persone resesi responsabili di condotte persecutorie che, pur non sfociando in veri e propri reati, sono state giudicate idonee a cagionare, nelle vittime, un grave stato di ansia e turbamento per la propria incolumità personale, influendo in maniera determinante sulle loro abitudini di vita. In caso di violazione dell’”Ammonimento”, il destinatario rischia la denuncia e, se il caso fosse grave, le misure previste dal cosiddetto “Codice Rosso”, recentemente adottato a tutela delle vittime di violenza o atti persecutori. Le misure di prevenzione adottate fino ad oggi dal Questore di Ancona, su iniziativa degli Agenti del Commissariato Osimano, sono la concreta testimonianza dell’attenzione verso il territorio da parte delle Autorità di Pubblica Sicurezza, volta alla costante ricerca dell’incremento dei livelli di sicurezza e di tranquillità dei cittadini osimani.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X