facebook rss

Aereo in fiamme vicino al Sanzio:
scatta l’esercitazione d’emergenza

FALCONARA - La simulazione prevede che nella serata di martedì un aeromobile, mentre è in fase di avvicinamento allo scalo, dichiari emergenza alla torre di controllo
Print Friendly, PDF & Email

 

Cosa succederebbe se un aeromobile con passeggeri a bordo avesse un principio d’incendio in fase di avvicinamento sull’aeroporto? Nella notte tra martedì e mercoledì sarà questo lo scenario dell’esercitazione “full scale” (a tutto campo) che si terrà all’aeroporto Raffaello Sanzio. 
L’obiettivo è quello di verificare l’efficacia del Piano di Emergenza Aeroportuale, testare la tempestività di intervento e la capacità di coordinamento dei diversi soggetti coinvolti nelle operazioni di soccorso, con un focus sulle procedure sanitarie inerenti una maxiemergenza. La simulazione prevede che nella serata di martedì un aeromobile, mentre è in fase di avvicinamento, dichiari emergenza alla torre di controllo. A terra un aero simulerà il velivolo atterrato con il principio di incendio su cui i vigili del fuoco inizieranno le operazioni di soccorso e l’evacuazione dei passeggeri feriti che saranno affidati alle cure del personale sanitario. Contemporaneamente alla fase di soccorso inizieranno, all’interno dei terminal, le attività legate all’assistenza ai familiari, come previsto dalla Circolare ENAC GEN-05A che prevede i contenuti essenziali che devono essere presenti nei piani di assistenza e tra questi, non di minore importanza, anche il rapporto con gli organi di stampa che verrà trattato direttamente dal direttore aeroportuale ENAC. La Prefettura di Ancona attiverà per posti di comando la gestione della viabilità esterna all’aeroporto che prevederà l’intervento simulato da parte della polizia locale di Falconara Marittima, questura, Polstarda, finanza  e carabinieri.  I partecipanti saranno circa un centinaio tra dipendenti di Aerdorica, ENAC, ENAV, vigili del fuoco, forze dell’ordine, Asur, 118, Protezione Civile e tecnici del Comune.  La simulazione terminerà alle 2 circa a cui seguirà nei giorni successivi un de-briefing durante il quale i partecipanti avranno modo di confrontarsi e di evidenziare eventuali criticità emerse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X