facebook rss

S’incastra col Suv nel sottopasso,
poi palpeggia un’automobilista in coda:
condannato 45enne

CAMERANO - Dopo essersi infilato in un passaggio pedonale di Civitanova per errore, aveva molestato una donna. Oggi la sentenza: 1 anno e 2 mesi
Print Friendly, PDF & Email

 

Il suv rimasto incastrato in un sottopasso nel lungomare nord

 

Resta bloccato con il suv in un sottopassaggio di Civitanova, poi palpeggia una automobilista: condannato un 45enne. L’uomo era imputato al tribunale di Macerata.

Era il 15 aprile del 2012 e quel giorno un 45enne di San Severo, residente a Camerano, aveva per errore imboccato un sottopassaggio pedonale sul lungomare nord di Civitanova. Rimasto bloccato con l’auto, era sceso in attesa delle forze dell’ordine. Nel frattempo si era formata una coda di auto. C’era ad attendere che la strada si liberasse anche una donna con il figlio. La donna, portorecanatese, scesa dall’auto era stata avvicinata dall’uomo, dice l’accusa, che l’aveva colpita con uno schiaffo su di un gluteo per poi palpeggiarla. Il 45enne era stato fermato dagli altri presenti e poi denunciato. Per quei fatti oggi si è chiuso il processo al tribunale di Macerata. Per l’imputato, difeso dall’avvocato Alberto Massi, condanna a 1 anno e 2 mesi, senza sospensione della pena. Il pm Claudio Rastrelli aveva chiesto la condanna a 1 anno e 8 mesi.

(Gian. Gin.)

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X