facebook rss

Fanno surf in mare, un 57enne ruba
i soldi nelle loro auto: arrestato

SIROLO - Tre le vetture posteggiate in un parcheggio pubblico depredate dall'uomo che ieri è stato accompagnato nel carcere di Fermo. Prima dell'arresto avvenuto a Porto Sant'Elpidio, ha tentato di sfuggire ai carabinieri attraverso il balcone della propria abitazione
Print Friendly, PDF & Email

 

Vanno a fare surf al mare di Sirolo e parcheggiano l’auto lasciandoci effetti personali e denaro. Un ‘topo d’auto’ approfitta dell’assenza dei proprietari dei mezzi e fa razzia dei soldi. Dopo approfondite indagini il caso è stato risolto nella giornata di lunedì scorso 19 novembre, a Porto Sant’Elpidio. qI carabinieri della Stazione di Numana insieme ai colleghi dell’Arma locale, qui hanno tratto in arresto un cittadino italiano 57enne, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa il decorso 16 novembre dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Ancona, perché ritenuto responsabile di furti aggravati su auto.  I militari avevano raccolto le denunce dei derubati. L’attività investigativa condotta dagli uomini del maresciallo Alfredo Russo, comandante della stazione di Nuama e coordinati dal maggiore Luigi Ciccarelli, vertice della Compagnia carabinieri di Osimo, ha permesso di definire un quadro indiziario a carico dell’uomo in ordine ai furti perpetrati lo scorso 6 ottobre, in danno di tre autovetture parcheggiate a Sirolo, durante i quali è stato asportato denaro contante custodito nei mezzi.

L’indagato, approfittando della momentanea assenza dei proprietari, che avevano lasciato le auto in sosta in parcheggi pubblici per fare surf nello specchio d’acqua antistante le spiagge di Sirolo, previa effrazione di una delle portiere, era riuscito a trafugare tutto ciò che rinveniva all’interno. L’ammontare della refurtiva, nei tre delitti, si aggira intorno ai mille euro. Il 57enne, che durante la fase dell’arresto nella località di origine ha tentato anche la fuga attraverso il balcone della propria abitazione, è stato associato presso la Casa Circondariale di Fermo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X