facebook rss

Coronavirus, test a Torrette
per eventuali casi sospetti

I CONTROLLI da oggi possono essere svolti all'Unità di virologia dell’ospedale regionale. Fino a ieri sarebbe stato necessario rivolgersi allo Spallanzani di Roma
Print Friendly, PDF & Email

 

Controllo della temperatura all’aeroporto di Falconara

 

Coronavirus, i test per eventuali casi sospetti saranno effettuati direttamente all’ospedale dall’Unità di virologia dell’ospedale di Torrette ad Ancona. Da oggi è garantita l’esecuzione dei test che invece fino a ieri avrebbero dovuto essere effettuali allo Spallanzani di Roma. «Un ottimo risultato – commenta il presidente Luca Ceriscioli – realizzato in tempi davvero brevi». L’Unità di virologia degli Ospedali riuniti di Ancona, già riferimento regionale per esigenze di sanità pubblica come la diagnosi dei virus influenzali e le principali arbovirosi (Dengue, West Nile Virus, Zika Virus), di fronte a un caso sospetto di infezione, analizzerà i prelievi effettuati dalle Unità operative di malattie infettive delle Marche. A comunicarlo al presidente della Regione Luca Ceriscioli è stato il Gores (Gruppo operativo regionale per le emergenze sanitarie della Regione). Fino a ieri per le Marche era previsto che la diagnosi di nuovo Coronavirus fosse effettuata dallo Spallanzani di Roma, Patrizia Bagnarelli, dirigente biologa dell’Unità, spiega che il vantaggio più importante è in termini di tempistica: «Ci siamo subito attivati per essere autonomi nella diagnostica e conseguentemente permettere di gestire con rapidità gli eventuali casi che dovessero presentarsi nella nostra regione». Il Ministero della Salute è già stato informato ufficialmente del nuovo Centro regionale diagnostico di riferimento. «Stiamo dedicando la massima attenzione e mettendo in campo le più idonee e alte professionalità per affrontare l’evoluzione del nuovo Coronavirus – ha detto Ceriscioli –, con particolare attenzione ai punti più sensibili. All’Aeroporto di Falconara da ieri viene misurata la temperatura a tutti i passeggeri, in coordinamento con le direttive nazionali».

</

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page