facebook rss

Concorso infermieri:
confermata la prova al PalaPrometeo

ANCONA - Nessun rinvio per il test che domani porterà nel capoluogo dorico almeno 600 persone. Ai partecipanti verranno distribuiti guanti e mascherine
Print Friendly, PDF & Email

Il PalaPrometeo

 

Nessun rinvio per l’allarme Coronavirus: si farà il concorso per infermieri indetto dagli Ospedali Riuniti. Ad Ancona arriveranno almeno 600 persone per la prova scritta finalizzata alla formazione della graduatoria per l’assunzione a tempo determinato del personale sanitario. La decisione di non rinviare la prova è stata comunicata dalla direzione aziendale dopo la disamina della normativa in essere (comprese le ordinanze del Ministero della Salute), d’intesa con il GORES regionale, e un confronto avuto con il dottor Marcello Tavio, direttore di Malattie Infettive di Torrette. Le domande pervenute all’amministrazione sono 1.479 ma si attende un afflusso di 6/700 persone; le misure di prevenzione adottate in vista delle prove sono di massima tutela: le distanze delle persone nel palazzetto non saranno inferiori ad un metro, sono state ordinate mille mascherine e mille paia di guanti da distribuire al personale addetto alla sorveglianza e ai candidati che ne facciano richiesta. La prova è finalizzata a garantire la regolare erogazione delle prestazioni sanitarie sia durante il periodo di eccezionale emergenza in corso, sia per permettere le sostituzioni di personale già cessato che per programmare un’efficacie stagione estiva in vista delle ferie.  Infatti, dal primo gennaio al prossimo 30 aprile saranno 57 le persone andate in pensione a cui si aggiungono le circa 30 unità non sostituite durante il periodo estivo dello scorso anno (per carenza di graduatorie utili) che hanno determinato criticità e disfunzioni in specie nell’area del pronto soccorso e dell’emergenza urgenza.

 

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page