facebook rss

Ancora vandali a Villa Salvati,
danneggiati pc e lavagne

MONTE ROBERTO - Il dirigente scolastico Alfio Albani: « C’è forte amarezza, perché questa è una scuola, un luogo che è bene di tutti»
Print Friendly, PDF & Email

Villa Salvati di Pianello Vallesina ospita il corso di agraria dell’IIs Cuppari-Salvati

 

di Talita Frezzi

Un nuovo raid notturno dei vandali nella dimora storica di Villa Salvati, nella frazione di Pianello Vallesina di Monte Roberto, che ospita le aule e i laboratori didattici del corso di agraria dell’IIS Cuppari-Salvati. Ignoti hanno agito nella notte. Ad accorgersi dei danni arrecati alle aule, sono stati questa mattina i docenti e il dirigente scolastico Alfio Albani, che hanno fatto scattare la segnalazione al 112. I vandali sono entrati nell’edificio presumibilmente compiendo un’effrazione a una porta antipanico. Una volta penetrati all’interno, hanno messo tutto a soqquadro, sono stati rotti computer, fotocopiatrici, lavagne elettroniche lim e stampanti. Hanno colpito soprattutto nelle aule e nei laboratori. Grande amarezza del dirigente scolastico Alfio Albani, che confida nel lavoro attento e dettagliato d’indagine svolto dai carabinieri della Compagnia di Jesi.  «Stamattina ci siamo accorti dei danni – spiega – purtroppo non è la prima volta che l’istituto subisce atti vandalici. I danni sono ingenti, soprattutto ingenti a livello morale. C’è forte amarezza, perché questa è una scuola, un luogo che è bene di tutti». Sono stati anche divelti i distributori automatici delle bevande calde. «Fortunatamente non hanno rubato nulla – continua Albani – e non hanno danneggiato le serre esterne, dove l’istituto sta conducendo sperimentazioni botaniche di importante valore scientifico. A fronte di questo nuovo atto vandalico, mi sono rivolto alla Provincia chiedendo un sostegno per l’installazione di un sistema di videosorveglianza e di allarme a tutela del nostro istituto (che finora ne era sprovvisto), ci è stato assicurato che l’Ente se ne farà carico».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X