facebook rss

Il videomessaggio del sindaco:
«Ognuno faccia il suo, ne usciremo
Dobbiamo avere fiducia»

COVID 19 - Valeria Mancinelli ha affidato alla sua pagina Facebook un appello per invitare i cittadini alla «sobrietà ed alla responsabilità»  e per spiegare le misure straordinarie prese dal Comune per le fasce deboli della popolazione, per gli uffici comunale, gli asili e le scuole
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Mancinelli

 

Un video sulla sua pagina Facebook per lanciare un appello alla «sobrietà ed alla responsabilità»  e per spiegare le misure straordinarie prese dal Comune per le fasce deboli della popolazione, per gli uffici comunale, gli asili e le scuole. Nel suo messaggio alla cittadinanza, Valeria Mancinelli invita «ognuno a fare il suo», concludendo con un «abbraccio a distanza, grande come il mondo». Il messaggio integrale del sindaco: 

«Cari concittadini, sono giorni complicati ma ne usciremo, bisogna avere fiducia, essere responsabili e adottare comportamenti responsabili: ne usciremo. Non abbiamo bisogno in questo momento di confusione e sovrapposizioni, abbiamo invece bisogno di essere disciplinati e che ciascuno faccia la sua parte. Voglio ringraziare tutti gli operatori sanitari, in particolar modo quelli del presidio ospedaliero di Torrette, che stanno facendo un lavoro eccezionale che è assolutamente essenziale per la sicurezza di tutti noi. Un lavoro portato avanti con impegno e sacrificio personale notevole. Voglio anche ringraziare i dipendenti comunali e i dipendenti delle aziende pubbliche che, pur in una situazione complicata, stanno garantendo i servizi essenziali alla nostra comunità; voglio ringraziare più in generale tutti i nostri cittadini per i sacrifici che ognuno sta facendo per costruire insieme una risposta che ci aiuti a essere tutti più sicuri. L’Amministrazione comunale sta facendo la sua parte; abbiamo organizzato in questi giorni servizi specifici: come interventi straordinari di pulizia e sanificazione degli autobus  giornalmente; stessa cosa per le scuole, le mense, gli scuolabus;  abbiamo messo in campo iniziative per diminuire l’affollamento delle persone presso gli sportelli per gli uffici comunali a partire dall’anagrafe, lo stato civile e da lunedì  diverranno operative modalità diverse di accesso agli uffici.

Il cartello che annuncia la chiusura degli sportelli

Abbiamo organizzato e messo a punto anche forme straordinarie  di sostegno e di tutela delle fasce più fragili:  per i 150 anziani che assistiamo è attiva un’ assistenza continua e quindi possono avere un supporto tutti i giorni per le loro necessità, così come stiamo attivando in queste ore un servizio aggiuntivo sempre per le persone con particolari fragilità, e in particolar modo per gli anziani, come quello che attiviamo durante la stagione estiva con il piano caldo.  Contattiamo dal Comune le singole persone che sono in questa situazione per capire se hanno bisogno di assistenza, se hanno bisogno di interventi urgenti, compreso eventualmente il servizio di spesa a domicilio o farmaci, ecc. Tutti i centri diurni per disabili sono aperti con le misure di cautela necessarie per garantire un servizio essenziale;  stiamo valutando in queste ore misure che sostengano le famiglie, anche a livello economico, per la riduzione delle rette degli asili nido e stiamo valutando le modalità anche rapportandoci con gli altri comuni del territorio e con il governo nazionale che pure sta mettendo in campo misure in questa direzione. Per quanto riguarda le attività economiche che stanno particolarmente soffrendo in questa situazione, le misure di sostegno (anche economico) non potranno che essere di carattere nazionale con fondi del Governo centrale. Anche qui stiamo aspettando notizie più precise vedremo cosa i Comuni dovranno fare in questo ambito e noi siamo pronti a farlo per le nostre imprese. Abbiamo bisogno di tutto meno che di confusione e quindi bisogna che ad ogni livello istituzionale ci si raccordi con gli uni con gli altri e ciascuno svolga il suo pezzetto di lavoro senza sovrapporsi: Abbiamo necessità di una grande fiducia nelle istituzioni e abbiamo bisogno che le istituzioni lavorino insieme; abbiamo bisogno di fiducia, sobrietà, disciplina e di senso di responsabilità da parte di ognuno. Il Comune sta facendo e farà la sua parte».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page