facebook rss

Coronavirus, Mangialardi:
«Ciascuno faccia la sua parte»

SENIGALLIA - Il sindaco ricorda che le nuove regole vanno rispettate perchè sono il modo più efficace per porre fine quanto prima all'emergenza
Print Friendly, PDF & Email

 

 

«L’espandersi del contagio da Covid 19 sta imponendo misure di contenimento sempre più severe da parte del governo nazionale. Pur non essendo a oggi soggetto alle restrizioni previste per le zone rosse, il nostro territorio ha il dovere di contribuire al contenimento della diffusione dell’epidemia che mette sotto pressione le strutture sanitarie e il personale che opera al loro interno. È dunque indispensabile che ciascuno di noi si adoperi in questo senso, in primo luogo rispettando alla lettera le disposizioni del Comitato Nazionale per il contenimento del Coronavirus». Così il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi sull’espandersi del contagio da Coronavirus dopo che la provincia di Pesaro Urbino è stata inserita tra le regioni blindate per il numero di contagi. L’area del Senigalliese confina proprio con quella del Pesarese.

«Le regole ci sono e sono estremamente chiare – aggiunge il sindaco -, attenervisi è fondamentale non solo al fine di evitare la disastrosa paralisi dei nostri ospedali, ma anche a quello di porre fine quanto prima all’emergenza. Dunque evitiamo di uscire e comunque cerchiamo di non frequentare luoghi affollati, teniamo la distanza di almeno un metro dagli altri, e così via. Sono accorgimenti che possono rivelarsi preziosi, soprattutto per tutelare i soggetti più deboli. Rinnovo infine l’invito a tenersi informati esclusivamente tramite i canali ufficiali del Ministero della Salute, della Regione Marche e del Comune di Senigallia. Il momento è complicato, ma facendo leva sul senso di responsabilità e sul nostro sentirci comunità sono certo che ce la faremo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X