facebook rss

Controlli in 353 aziende:
«Vigiliamo al massimo»

CORONAVIRUS - Nell'arco di sei giorni sono state svolte centinaia di verifiche. Il governatore Ceriscioli: «Attenti a prevenire il contagio, meglio chiudere se non si può garantire la sicurezza»
Print Friendly, PDF & Email

 

Il governatore Luca Ceriscioli

 

Controllate 353 aziende in sei giorni per la verifica del rispetto delle condizioni di sicurezza sanitaria per le persone che continua a lavorare nelle aziende. Le prime verifiche sono servite a individuare le aziende con irregolarità, alle quali sono state indicate precise prescrizioni, da verificare con ulteriori controlli. «I luoghi di lavoro – dice il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – sono gli ambienti sui quali dobbiamo vigilare al massimo ora in termini di contenimento del contagio. Gli ispettori svolgono per questo una funzione importante, ma altrettanto fondamentale è il ruolo dei datori di lavoro, che con senso di responsabilità devono adottare le scelte più opportune, anche di chiusura delle attività, nel caso in cui non sia possibile garantire la sicurezza. E’ importante, infine, anche il ruolo dei lavoratori, soprattutto in termini di rispetto delle regole base di comportamento». Per facilitare le operazioni di ispezione, ma anche le imprese, la Regione ha elaborato e diffuso nei giorni scorsi una check list contenente i criteri da rispettare, su cui verteranno i controlli.

 

Articoli correlati




</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X