facebook rss

Jesi attiva servizio telefonico
di pronto intervento sociale

COVID 19 - E' una delle azioni intraprese per far fronte a questo delicato momento. Al telefono risponderà un'assistente sociale che fornirà informazioni
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Quaglieri

 

 

Comune di Jesi e Asp Ambito 9 hanno deciso di attivare un servizio telefonico di pronto intervento sociale per fornire informazioni ai cittadini, in particolare a quelli che hanno maggiormente difficoltà e necessitano di sostegno e supporto. Il numero telefonico è il 379 1834886: sarà operativo dal 27 marzo ed in funzione tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13 e nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 17. A rispondere alle chiamate sarà un’assistente sociale che fornirà informazioni sui servizi sociali attivi e attivabili, mettere in contatto le persone con i servizi del territorio, orientare i cittadini verso i servizi, raccogliere le richieste di persone in difficoltà.

«Abbiamo voluto fortemente questo nuovo servizio – spiega l’assessore ai servizi sociali Marialuisa Quaglieri in un nota stampa – perché è in costante crescita il numero delle persone in difficoltà che non sanno più a chi rivolgersi. Poter individuare un referente unico, competente e professionalizzato come un’assistente sociale, in grado di valutare le situazioni e indirizzare le famiglie verso i servizi più opportuni, diventa una priorità assoluta». Il pronto intervento telefonico sociale è solo una delle azioni intraprese per far fronte a questo delicato momento. Si è rafforzata infatti l’operatività dell’assistenza tramite aiuti economici, valutando le situazioni più urgenti che cominciano ad essere diverse, tenuto conto che, con l’impossibilità di spostarsi, anche chi svolgeva qualche lavoro occasionale o saltuario, comincia ad essere in difficoltà.

È stata inoltre autorizzata l’apertura straordinaria della casa delle genti 24 ore su 24 per permettere agli ospiti di “restare a casa” e uscire solo per estrema necessità. Sul fronte della disabilità, i servizi urgenti vengono garantiti a domicilio per 9 soggetti sulla base dei presidi (in particolare mascherine) attualmente a disposizione. Qualora la fornitura ordinata dalla cooperativa che gestisce il servizio dovesse arrivare, tale servizio sarà attivato anche per altr famiglie in ordine alla priorità o gravità in accordo con i servizi specialistici. «Altra notizia importante – aggiunge la Quaglieri – è quella legata alla consegna dei farmaci a domicilio. Il protocollo che abbiamo condiviso con medici di base, farmacie, Croce Rossa e associazioni di volontariato, e che per certi versi è stato antesignano rispetto alle disposizioni nazionali, risulta così efficace e puntuale che ora anche la farmacia del Carlo Urbani ne è coinvolta per la consegna a domicilio di quei particolari medicinali che vengono preparati direttamente nella stessa farmacia dell’ospedale. Ne approfitto per ringraziare di cuore tutti i protagonisti di questa iniziativa che sta dando una risposta efficace e puntuale a tante famiglie».

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page