facebook rss

Fuori casa senza motivo
per la terza volta in dieci giorni

FALCONARA - Nei guai un 25enne marocchino: Sanzionato anche un uomo che era andato a passeggiare con il cane in spiaggia
Print Friendly, PDF & Email

 

C’è anche un 25enne recidivo, sorpreso per la terza volta in 10 giorni a violare le disposizioni anti-contagio, tra le persone multate la scorsa settimana dagli agenti di polizia locale di Falconara, impegnati nei controlli per il rispetto delle norme governative e regionali contro la diffusione del Coronavirus. Il giovane è stato individuato nel pomeriggio di sabato mentre camminava in spiaggia con altri tre coetanei, ma è riuscito a sfuggire ai controlli dopo aver scavalcato la recinzione ferroviaria. Purtroppo per lui, la mattina dopo, una pattuglia lo ha pizzicato mentre scendeva da un autobus, anche in questo caso in violazione della normativa anti-contagio: non aveva un motivo valido per essersi allontanato tanto dalla sua abitazione. Gli agenti lo hanno subito riconosciuto, anche perché il 25enne, di origine marocchina, era stato già sanzionato il 18 marzo, quando era stato trovato vicino alla sponda dell’Esino, nella zona della pista ciclabile di via del Fossatello, mentre usciva da un canneto insieme a un coetaneo di origine moldava (anche lui sanzionato): entrambi si trovavano a oltre un chilometro da casa senza giustificazioni valide. Sempre sabato 28 marzo in spiaggia è stato identificato un 53enne falconarese che stava facendo una passeggiata con il cane. L’uomo è stato sorpreso nel tardo pomeriggio mentre camminava lungo il litorale tra l’ex piattaforma Bedetti e la stazione ferroviaria ed è stato bloccato dagli agenti all’altezza del cavalcavia di via Roma (cavalcavia Tramontana). Anche per l’uomo scatterà multa di 400 euro. E’ andata male pure a un 46enne che, giovedì pomeriggio, è stato sorpreso in via Marconi, vicino alla rotatoria del Conad, mentre passeggiava. Agli agenti ha riferito di essere uscito per andare a fare la spesa al supermercato, ma non aveva con sé le buste della spesa e camminava in direzione opposta al negozio. Si è giustificato dicendo che aveva rinunciato per la presenza di troppe persone, ma anche in questo caso le sue dichiarazioni sono risultate non attendibili: gli stessi agenti erano passati davanti al supermercato pochi attimi prima del controllo e non avevano notato clienti in fila, né criticità di alcun tipo. Sarà sanzionato amministrativamente perché, anche considerando l’allontanamento dalla propria abitazione per una semplice passeggiata, non può comunque essere applicato il concetto di prossimità cui fa riferimento la normativa per contrastare la diffusione del Covid-19. Il comando di polizia locale di Falconara sta anche valutando se vi siano responsabilità per l’autodichiarazione redatta dal 46enne. L’ultima sanzione risale al pomeriggio di oggi, quando gli agenti hanno fermato in via Campania, a poca distanza dal confine con Ancona, un 26enne anconetano che ha riferito di essersi stabilito la settimana scorsa a casa della fidanzata, residente a Falconara. Oggi avrebbe deciso di tornare a casa sua, ma sarà multato: lo spostamento da un Comune all’altro (quindi anche quello affrontato per stabilirsi a casa della fidanzata) può avvenire solo per motivi di lavoro, di salute o per urgenza. Sono state più di 1.300 le persone controllate dagli agenti falconaresi tra il 12 e il 29 marzo, periodo durante il quale sono stati eseguiti oltre 300 controlli nelle attività commerciali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page