facebook rss

Falconara, partita la pulizia della spiaggia
«Pronti ad accogliere di nuovo i bagnanti»

L'ASSESSORE BARCHIESI: «Stiamo aspettando altre disposizioni dalla Regione perché confidiamo nella riapertura delle nostre spiagge»
Print Friendly, PDF & Email

La spiaggia di Falconara

 

Sono partiti martedì 21 aprile i lavori di pulizia della spiaggia da parte di Marche Multiservizi Falconara, dopo il via libera alla manutenzione dell’arenile arrivato con il decreto 99/2020 del presidente della Giunta regionale delle Marche. Martedì e mercoledì gli operai dell’azienda che si occupa di igiene urbana hanno completato un primo intervento di pulizia che ha interessato tutto il litorale sabbioso, a partire dal cavalcavia Tramontana (all’altezza dell’incrocio tra via Flaminia e via Roma) per arrivare fino al confine con Ancona. La squadra operativa ha effettuato la raccolta dei rifiuti depositati lungo l’arenile, come legname e altri detriti spiaggiati.

L’assessore Valentina Barchiesi

Il materiale era stato ammassato dagli operatori durante la pulizia delle spiagge libere e, nei tratti di spiaggia attrezzata, era stato raccolto degli stessi operatori balneari titolari delle diverse concessioni, che già da alcuni giorni sono al lavoro per sistemare l’arenile. In totale sono stati riempiti quattro container con il legname raccolto e altri tre di detriti spiaggiati. A partire da oggi, giovedì 23 aprile, gli operatori di Marche Multiservizi sono invece al lavoro lungo la spiaggia di Villanova, dove inizierà la pulizia dell’arenile ghiaioso. L’operazione è molto più laboriosa, perché legname e detriti dovranno essere raccolti a mano. Nel frattempo è stata anche individuata la nuova ditta che si occuperà del livellamento della sabbia in preparazione della stagione estiva.
«Non appena il decreto regionale ce lo ha permesso ci siamo subito messi al lavoro al fianco degli operatori balneari per le manutenzioni della spiaggia – dice l’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi – così da essere pronti quanto prima all’avvio della stagione. Stiamo aspettando altre disposizioni dalla Regione perché confidiamo nella riapertura delle nostre spiagge. Speriamo di tornare al più presto ad accogliere i bagnanti sul nostro litorale, nel rispetto di tutte le norme anti-contagio a tutela della salute di chi frequenta la spiaggia e di chi ci lavora».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X