facebook rss

Destinazione Marche, il sito
«Puntare forte sul turismo
E’ una delle maggiori industrie»

IL GOVERNATORE Luca Ceriscioli e l'assessore Moreno Pieroni hanno presentato il restyling del portale: «Una forma tecnologicamene avanzata di concepire e continuare a valorizzare il territorio, collegandolo ai servizi»
Print Friendly, PDF & Email

sito-turismo-marche1-650x280

Un’immagine del nuovo sito

 

«Dopo tante comunicazioni sull’emergenza e sulla sicurezza sanitaria, finalmente riparliamo di un’attività “ordinaria” come quella turistica che consideriamo fondamentale da sempre e ancor più per questa ripartenza» Ha esordito così il presidente della Regione Luca Ceriscioli oggi in video conferenza stampa, assieme all’assessore al Turismo, Moreno Pieroni , per la presentazione del rinnovato sito del turismo www.turismo.marche.it

pieroni-ceriscioli

Moreno Pieroni e Luca Ceriscioli

«Abbiamo puntato da sempre sul turismo – ha proseguito Ceriscioli – e sappiamo che ora è più che mai un settore sensibile, per questo vogliamo offrire strumenti nuovi e rinnovati a vantaggio dei turisti ma anche delle imprese. Il nuovo sito del Turismo sarà il biglietto da visita delle Marche, come prima cosa da visualizzare per tutti i turisti che si collegheranno con il wifi sulle spiagge, così come presto vogliamo ripartire con la realizzazione della banda ultralarga nei comuni per utilizzare la rete regionale wifi anche dalle piazze. Da ieri sento gli spot radiofonici delle Marche che invitano a trascorrere le vacanze nella nostra regione , un messaggio in anticipo rispetto alla mobilità interregionale ma che vuole consolidare l’idea che nelle Marche possiamo permettercelo . L’Indice di contagio Rt oggi sta allo 0,17, un ottimo valore per trasferire il messaggio che noi siamo pronti per accogliere turisti. Insomma ripartiamo da dove eravamo rimasti con lo sviluppo delle politiche turistiche come motore di sviluppo e crescita». Il presidente ha poi annunciato che parte dei 200 milioni inseriti nel bilancio regionale e deliberati la scorsa settimana andrà alle imprese turistiche «a fondo perduto, direttamente nelle loro tasche e in tempi brevissimi, entro fine giugno, non appena il consiglio regionale avrà votato la legge di bilancio il 28 maggio. Una grande sfida e vogliamo vincerla, quella di snellire di tutti gli orpelli l’erogazione di contributi e pensiamo a parametri facilitati, per costituire anche un modello di burocrazia virtuosa, per contribuire ad un sistema nazionale meno macchinoso. Insomma gli imprenditori devono sapere che la Regione è al loro fianco e lavora per trovare metodi e modi che accelerino le procedure delle provvidenze». Il presidente ha poi sottolineato che va avanti la procedura della messa a gara delle rotte aeree internazionali e degli investimenti su questo segmento. «Siamo a un passo dall’autorizzazione dall’Europa e potremo partire presto con i bandi – ha sottolineato – Puntiamo a non ripianare più i debiti del Sanzio ma a valorizzarlo e promuoverlo , convinti che proprio ora sia il momento per costruire un futuro che dovrà vedere un 2021 con i collegamenti giusti». Infine Ceriscioli ha ribadito che «il turismo resta una delle maggiori industrie della regione su cui investire a medio e lungo termine, perché è un’industria che non delocalizza e i proventi restano sui territori».

sito-turismo-marche-325x141

Un’altra immagine del nuovo sito

«Un ulteriore tassello in un programma di rilancio e un passo avanti in un momento difficile – ha definito la ristrutturazione del sito regionale , l’assessore Pieroni – con una nuova impostazione, nuovi contenuti, immediatezza e semplicità di consultazione per migliorarne l’attrattività e quindi strumento strategico per una più forte visibilità delle Marche. In questi mesi abbiamo lavorato molto a ripensare e rimodulare i progetti e le proposte per venire incontro alle esigenze delle imprese e dei turisti e questa del sito rappresenta una modalità digitale avanzata su cui punteremo molto anche in futuro, per comunicare e promuovere le Marche, per consentire al turista di costruirsi una vacanza su misura e secondo i propri interessi seguendo i 17 cluster presenti , gli itinerari georeferenziati e gli eventi. Una forma tecnologicamene avanzata, dunque, di concepire e continuare a valorizzare il territorio, collegandolo ai servizi». Pieroni ha anche annunciato una misura della exit strategy turistica dedicata specificatamente alla zona del cratere sismico e alle aree interne oltre che alcune misure rivolte alla destagionalizzazione dell’offerta come la posticipazione dei grandi eventi legati alle celebrazione di Raffaello in Autunno.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X