facebook rss

Estate e turismo, Osimo punta
sui suoi gioielli e sulla natura

FASE 2 - Cinque itinerari con visite da prenotare per ammirare le aree archeologiche, conoscere i misteri dei templari, le leggende con camminate in notturna e per apprezzare le fonti storiche e l'oasi verde attraversata dal fiume Musone. «L'emergenza Covid ci ha portato a lavorare su proposte in esterna, limitando fortemente gli ingressi in luoghi chiusi» spiega l'assessora Michela Glorio
Print Friendly, PDF & Email

I turisti coinvolti nella passeggiata storica nei luoghi della Osimo romana. Qui fanno tappa davanti alle mura di via Fontemagna (foto d’archivio)

 

 

Osimo punta alla valorizzazione dei suoi gioielli archeologici e storici e alle sue bellezze naturali per l’estate 2020, con itinerari ‘en plein air’ nella fase 2 dell’emergenza pandemica. Intanto dal prossimo 3 giugno i Punti di Informazione e Assistenza Turistica (Iat) della Regione Marche potranno riaprire. «Una notizia che aspettavamo da troppo tempo e per la quale non possiamo non trovarci pronti. – dichiara l’assessore Michela Glorio – già da qualche settimana con l’azienda speciale Asso siamo al lavoro per la predisposizione dei protocolli di sicurezza per i dipendenti e per l’adeguamento dei locali di via Fontemagna che permetteranno ai visitatori, in tutta sicurezza, di recarsi al punto di accoglienza turistica e prenotare visite alla città. Le restrizioni causate dal Covid 19, inoltre, ci hanno portato a lavorare su una diversa proposta turistica che vede in via prioritaria visite in esterna, limitando fortemente gli ingressi in luoghi chiusi».

Michela Glorio

Una prima anticipazione di quella che sarà l’offerta turistica del Comune di Osimo per il 2020 prevede cinque nuovi itinerari turistici identificabili nella “Osimo Oudoor” che prevedono visite sia in centro storico che in periferia.«Abbiamo pensato a 5 percorsi sono: ‘Al tempo dei Romani’ (percorso romano con possibilità di trasferimento nell’area archeologica di Montetorto); ‘Medioevo e templari’ (percorso in centro storico con possibilità di visita alla chiesetta templare di San Filippo de Plano); ‘La memoria dell’acqua’ (percorso storico-naturalistico delle fonti); ‘De Rerum Natura’ (percorso naturalistico in località Campocavallo e area fluviale) e ‘History e Mistery’ (percorso misterioso in notturna tra leggende e antichi racconti). Oltre al materiale cartaceo che, per motivi di sostenibilità ambientale, prevederemo di stampare in forma limitata sarà creata un’apposita sezione del sito www.osimoturismo.it con i dettagli e le informazioni utili alla prenotazione (sezione raggiungibile tramite un QR code che dal cartaceo rimanda al sito)».

Per fine giugno, inoltre, sarà online il nuovo sito del turismo del Comune di Osimo a cui si è iniziato a lavorare in epoca pre-covid e che conterrà modalità di prenotazione online di tutte le visite guidate e una rivisitazione dei contenuti in chiave smart. Novità anche per il nuovo logo per la promozione di Osimo. «Modalità di ripartenza e nuovi strumenti promozionali che presenteremo agli operatori del settore e le categorie produttive nei prossimi giorni» chiude l’assessora.

La passeggiata tra le fonti storiche di Osimo (foto d’archivio)

La pista ciclabile che attraversa il boschetto vicino ai laghi da pesca

Il  fiume Musone, nel tratto che attraversa Campocavallo (foto d’archivio)

Il sito archeologico di Montetorto, a Casenuove di Osimo

La passeggiata notturna tra le rovine di Fontemagna (foto d’archivio)

Le grotte del Cantinone di Osimo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X