facebook rss

Ato2, Camerano ancora
nel Comitato di coordinamento

RIFIUTI - Il gruppo ristretto di lavoro determinante per il confronto e l’avvio delle scelte impiantistiche, del piano d’ambito e della gestione generale dei servizi sul territorio provinciale
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Nell’ultima Assemblea Territoriale d’Ambito Ato2, Camerano è stato riconfermato tra i Comuni del Comitato di coordinamento provinciale.«Il Comitato è un organo consultivo in materia di rifiuti che rappresenta tutti i Comuni della Provincia, istituito formalmente a marzo 2014, per coadiuvare il presidente nell’esercizio delle sue funzioni e ha mostrato la sua utilità soprattutto nella preparazione dei lavori dell’assemblea, facilitando e rendendo maggiormente condivise le scelte politiche. – spiega l’assessore Costantino Renato – Tale gruppo ristretto di lavoro era stato determinante per il confronto e l’avvio delle scelte impiantistiche, del piano d’ambito e della gestione generale dei servizi sul territorio provinciale». Gli altri Comuni riconfermati sono: Ancona, Corinaldo, Fabriano, Falconara Marittima, Jesi, Osimo, Senigallia, Maiolati Spontini, Serra dé Conti. I Comuni “new entry” sono invece: Arcevia, Chiaravalle, San Marcello.«Per la scelta degli enti si è tenuto conto di rappresentare sia quelli costieri che montani, – aggiunge Renato – rappresentanti delle valli del Musone, Misa ed Esino, garantendo nel contempo la partecipazione di Comuni “piccoli”, “medi” e “grandi”, oltre quelli che ospitano gli impianti di trattamento rifiuti. L’esperienza di Camerano potrà essere utile in tema di gestione, monitoraggio, controllo e realizzazione di un sistema tariffario “sostenibile” ed equilibrato all’interno dell’Ambito Territoriale Ottimale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X