facebook rss

Chiude dopo sedici anni
e il lockdown ‘G. Moda’: il saluto
della titolare è un messaggio di stile

OSIMO - Barbara Fani, la titolare del negozio di abbigliamento di Campocavallo ha salutato tutti con un post sui social media ricordando gli attimi di felicità condivisi con le clienti. «Purtroppo per l'emergenza Covid il nostro Paese è stato sottoposto ad una sfida durissima: le mie collezioni-primavera sono rimaste invendute, senza cresime e comunioni non sono stati acquistati neanche gli abiti da cerimonia. E' il momento di fermarsi e riflettere» rimarca
Print Friendly, PDF & Email

Il negozio G. Moda di via Saragat a Campocavallo di Osimo

 

 

Chiude ‘G. Moda’, il negozio di abbigliamento di Campocavallo che negli ultimi 16 anni ha vestito con gusto ragazze e signore di ogni età. Il punto vendita di via Saragat gestito da Barbara Fani, fino al prossimo 30 giugno resterà un punto di riferimento per chi ama il casual e l’eleganza informale, poi abbasserà le serrande. Ad annunciare sui social media la decisione è stata proprio la titolare, sempre pronta a regalare consigli glamour alle clienti. «E’ con grande rammarico che mi trovo costretta ad annunciarvi la chiusura definitiva di G. Moda il prossimo 30 giugno. – scrive Barbara Fani – Dopo 16 anni di intensa attività sono tanti i ricordi ed i momenti passati insieme all’interno di questo negozio, ogni persona che entra qui dentro racconta una storia e lascia un segno, i vestiti che sceglie, le occasioni per cui vengono scelti, le storie che raccontano che spesso ti fanno sentire parte della loro vita». Nel suo messaggio di commiato la negoziante che risiede a Castelfidardo ha ricordato «il tempo felice» trascorso con chi è entrata «semplicemente per scegliere un vestito ed è rimasta lì a raccontarmi la sua vita, i suoi desideri e le sue sofferenze», o condiviso con chi le ha affidato  «la responsabilità di colorare i momenti felici di una vita. Scrivo con le lacrime agli occhi queste parole per ringraziarvi di tutti quei momenti sopra descritti, di tutta la fiducia concessa e dell’amicizia di cui ve ne sarò per sempre immensamente grata».

Barbara Fani nel suo negozio G Moda

I mesi di lockdown collegati alla pandemia del coronavirus sono stati devastanti sul versante economico per aziende e famiglie, inutile negarlo. «Purtroppo il nostro Paese è stato sottoposto ad una sfida durissima, una sfida che in qualche modo ci pone davanti a delle scelte, a volte anche difficili, ma sono sicura che sapremo cambiare e sapremo ricominciare a vivere come facevamo prima.  – conferma Barbara Fani –  A febbraio avevo comprato molta merce della collezione primaverile, ovviamente è ancora in negozio e l’estate non si comprano cappotti, abiti da cerimonia se non a prezzi molto scontati che mi costringono a rimetterci. I vestiti passano di moda e perdono valore, la mia riapertura non è stata per nulla positiva, non posso permettermi di investire altri soldi per acquistare merce estiva e invernale se non ho venduto quella primaverile, inoltre in questi mesi ho continuato ad accumulare bollette e rate di affitto (per il momento sospese) ma che comunque dovrò pagare. Ho fatto due conti e mi sono resa conto che non era possibile andare avanti così, solo alcuni fornitori hanno accettato di annullare ordini che avevo precedentemente fatto, purtroppo io vendo anche molto abiti da cerimonia e a maggio avrei dovuto incassare molto con comunioni e cresime che di solito avendo vicino anche la magnifica basilica di Loreto sono davvero molte in questo periodo dell’anno». Tirando le somme e stilando, insomma, un bilancio professionale Barbara Fani si è trovata davanti ad un bivio e ha scelto. «In tanti anni trascorsi a fare quello che più amavo non mi sono mai tirata indietro anche davanti a momenti difficili – ammette con amarezza – ma questa volta è arrivato il momento di chiudere, fermarsi e riflettere». La solidaretà è corsa sui social.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X