facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Sicurezza alimentare nei locali,
controlli dei carabinieri:
due denunce e un arresto per droga

IL BLITZ è scattato ieri sera quando i militari della Compagnia osimana con l’ausilio di due unità cinofile del Nucleo Carabinieri Cinofili di Pesaro hanno visitato pubblici esercizi di Osimo e Sirolo sequestrando, oltre a 9 grammi di droga, in totale anche brioches e 70 chili di prodotti, anche pasta e pesce
Print Friendly, PDF & Email

La pattuglie dei carabinieri davanti alla caserma del Comando Compagnia di via Saffi, a Osimo

 

Sicurezza alimentare, controlli a tappeto nei locali di Sirolo e Osimo a tutela della salute dei consumatori: denunciati due titolari di pubblici esercizi per detenzione per la somministrazione di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione e nel corso dell’operazione è stata anche arrestata una dipendente di un ristorante trovata in possesso di cocaina. Prosegue, incessante, l’impegno nel controllo preventivo del territorio in tutta la Val Musone e lungo la Riviera del Conero ad opera dei Carabinieri della Compagnia di Osimo, con mirate attività di contrasto e prevenzione dei reati predatori, azioni antidroga e controllo alla circolazione stradale al fine di garantire e tutelare la sicurezza pubblica. Nella stanotte e fino alle prime ore di oggi, i Carabinieri della Compagnia di Osimo, coordinati nelle operazioni dal tenente Almiento Luciano, hanno effettuato su tutto il territorio di competenza, controlli straordinari di sicurezza urbana e di contrasto allo spaccio e consumo di sostanze stupefacenti, con l’impiego complessivo di 14 militari e 7 autoradio, nonché l’ausilio di due unità cinofile del Nucleo Carabinieri Cinofili di Pesaro, con cani di razza pastore tedesco specializzati nella ricerca di sostanze stupefacenti.

A Sirolo i militari della locale Stazione, nel corso del controllo ad un noto ristorante del luogo, traevano in arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, una 28enne di Ancona, dipendente del ristorante, già nota alle forze dell’ordine, trovata in possesso di 9,4 grammi di cocaina, suddivisa in 11 dosi, occultati nella propria borsa custodita sotto la cassa, nonché di 270 euro, probabile provento dell’attività di spaccio, tutto sottoposto a sequestro. La donna, al termine delle formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata posta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa del rito direttissimo previsto per la mattinata odierna;

Il tenente Luciano Almiento

Nell’ambito dello servizio, i militari della Stazione di Osimo, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona un 44enne, residente ad Osimo, già noto alle forze dell’ordine, titolare di un noto bar di Osimo, per tentata frode nell’esercizio del commercio e per detenzione per la somministrazione di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione poiché deteneva brioches surgelate in cattivo stato di conservazione e le somministrava quali prodotti freschi di pasticceria. Sempre a Sirolo un 29enne, residente ad Ancona, già noto alle forze dell’ordine, titolare di un esercizio pubblico in paese, per detenzione per la somministrazione di sostanze alimentari in cattivo stato di conservazione poiché deteneva pasta all’uovo fresca in cattivo stato di conservazione. Sono state sottoposte a sequestro penale ed amministrativo circa 70 chili di prodotti alimentari, anche pesce, nonché elevate 8 sanzioni amministrative per violazioni al T.U.L.P.S. e leggi sanitarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X