facebook rss

Sorvegliato speciale va al mare:
arrestato in uno chalet

OSIMO - Il 29enne era obbligato a restare nella sua abitazione dalle  22 di sera alle 7 del mattino ma al controllo dei carabinieri non c'era e ieri è stato rintracciato in uno stabilimento balneare di Numana
Print Friendly, PDF & Email

 

Invece di restarsene nella sua abitazione di Osimo, di sera, come gli aveva prescritto il giudice, se n’è andato al mare, in uno stabilimento balneare di Numana. Nel pomeriggio di ieri, 23 luglio, ad Osimo, i militari della locale Compagnia Carabinieri lo hanno tratto in arresto, in flagranza di reato. Il 29enne, di nazionalità  tunisina, si è reso responsabile della violazione obblighi della misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Nel dettaglio, durante i controlli delle persone sottoposte a prescrizioni dettate da misure di prevenzione e sicurezza, l’equipaggio dell’Aliquota Radiomobile osimana ha constatato l’assenza dall’abitazione, sin dalla notte, del sorvegliato speciale, su cui gravava anche l’obbligo di soggiorno nel Comune di Osimo. L’uomo era stato assoggettato a tale provvedimento l’11 luglio scorso, per la durata di tre anni, con la prescrizione di permanere quotidianamente nella privata dimora, dalle  22 di sera alle 7 del mattino. Il giovane è stato invece rintracciato presso uno stabilimento balneare di Numana e condotto presso la Compagnia Carabinieri di Osimo, ed è stato dichiarato in stato di arresto. Oggi, presso il Tribunale di Ancona, il giudice ha convalidato l’arresto, confermando la misura in atto, con conseguente riammissione in libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X