facebook rss

Seconde case e possibile fuga
dalle zone rosse: Numana monitora

COVID - Situazione sotto controllo, il sindaco: «Ad oggi non si segnalano arrivi nel territorio di residenti e non, provenienti dalle regioni per le quali il governo ha stabilito la chiusura»
Print Friendly, PDF & Email

La litoranea di Numana

 

 

Fuga dalla zone rosse e possibile ritorno nelle seconde case nei liuoghi di villeggiatura: l’Amministrazione comunale di Numana monitora la situazione. La scorsa primavera l’esodo verso i luoghi della villeggiatura come quelli della Rivera del Conero era stato concreto.  «Ad oggi non si segnalano arrivi nel territorio di residenti e non, provenienti dalle regioni per le quali il governo ha stabilito la chiusura; l’Amministrazione comunale ha comunque predisposto che la situazione venga continuamente monitorata tramite controlli del Servizio di Polizia Locale. – scrive in un post sui social media il sindaco Gianluigi Tombolini – Al fine di mantenere la situazione sotto controllo, raccomando a tutti i cittadini numanesi di rispettare in modo scrupoloso, come fino ad ora hanno fatto, dimostrando senso di responsabilità, le indicazioni e le restrizioni previste dall’ultimo Dpcm del 3 novembre scorso». Edavvero sotto controllo la situazione a Numana perché da giorni stazionaria. Fino a 2 giorni fa si registrano solo 5 casi di soggetti positivi e 2 casi di soggetti in isolamento fiduciario continuamente. «La nuova organizzazione del servizio di trasporto scolastico non presenta criticità – ha aggiunto il sindaco – Tutte le scuole del territorio sono state dotate di banchi singoli e sulla base delle misure previste nel recente Dpcm, si è provveduto alla chiusura del Museo Antiquarium e della Biblioteca comunale.. Anche le società sportive locali stanno operando nel pieno rispetto delle indicazioni fornite dalle Federazioni di appartenenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X