facebook rss

Festa di Sant’Antonio Abate,
la pandemia non ferma
la benedizione degli animali

ANCONA - Nel, rispetto delle misure anti contagio, stamattina dopo la messa nella chiesa di Candia don Stanislaw Kosiek ha ripetuto il rito della tradizione per una ventina di cani che accompagnavano i loro proprietari
Print Friendly, PDF & Email

 

Anche quest’anno, in occasione della festività di S. Antonio Abate, protettore degli animali, sul sagrato della chiesa parrocchiale di San Giuseppe, nella frazione di Candia ad Ancona, come da antica tradizione,  stamattina alla fine della messa domenicale il parroco don Stanislaw Kosiek ha benedetto gli animali che accompagnavano i rispettivi proprietari. Negli scorsi anni si vedevano anche cavalli, asini, animali da cortile e volatili, quest’anno, complice forse anche la necessità di rispettare le misure anti-Covid evitando assembramenti, erano presenti soltanto una ventina di cani delle taglie e razze più disparate. Don Stanislaw come sempre ha fatto il giro del sagrato benedicendo i quattrozampe presenti e abbondantemente distanziati.

(foto servizio Giusy Marinelli)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X