facebook rss

«Vaccinazioni nelle Marche,
il 18% a personale non sanitario:
quanti ne avevano realmente diritto?»

COVID - A domandarlo Antonio Mastrovincenzo, consigliere regionale del Pd: «L'assessore alla Sanità ha dichiarato che è tutto regolare. Noi invece non ci vediamo chiaro per niente. E per questo chiederemo accesso agli atti per verificare»
Print Friendly, PDF & Email

 

Mastrovincenzo_Foto-LB-e1583681633868-325x220

Antonio Mastrovincenzo

 

«Nelle Marche, su 37mila vaccinazioni, 6.677 sono state somministrate a “personale non sanitario”, il 18% (fonte Fondazione Gimbe). Ma quante di queste persone avevano realmente diritto di ricevere il vaccino?». A porsi la domanda il consigliere regionale del Pd Antonio Mastrovincenzo che sottolinea: «Televisioni e quotidiani nazionali in questi giorni hanno dedicato grande attenzione al tema dei cosiddetti “furbetti del vaccino”, fenomeno diffuso purtroppo in tutta Italia. Il viceministro della Sanità e molti Presidenti di Regione hanno annunciato di voler fare chiarezza su questa vicenda. Nelle Marche, rispondendo ad una specifica interrogazione del Gruppo Pd, l’assessore alla Sanità ha dichiarato che è tutto regolare. Noi invece non ci vediamo chiaro per niente. E per questo chiederemo accesso agli atti per verificare. Sarebbe grave se, prima di persone anziane, fragili o disabili si fosse vaccinato chi non aveva alcun diritto. E sarebbe ancor più grave se chi avrebbe dovuto vigilare non l’avesse fatto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X