facebook rss

Ospedali al collasso,
scuole in quarantena:
«Ripristinare un Covid-Hotel»

ANCONA - Il consigliere regionale del Pd Antonio Mastrovincenzo sollecita al governatore Acquaroli «interventi urgenti e mirati per limitare i contagi in provincia», anche quello di incentivare gli screening di massa per gli studenti
Print Friendly, PDF & Email

Antonio Mastrovincenzo

 

Continuano a preoccupare nella provincia di Ancona, quinta a livello nazionale per incidenza di nuovi casi, oggi con 307 positivi al Covid in più, la soglia critica dei ricoveri negli ospedali e l’aumento delle scuole in quarantena. «Pronto soccorso di Inrca, Ospedale di Torrette e “Carlo Urbani” di Jesi in forte sono in sofferenza, c’è aumento delle classi in quarantena. Mi chiedo quale sia la strategia del presidente Acquaroli per fronteggiare questa situazione. – si domanda il consigliere regionale democrat, Antonio Mastrovincenzo – Mi chiedo soprattutto se esista una strategia, visto che l’unico provvedimento preso finora, gli era stato sollecitato dai sindaci del territorio. Oltre ad un cambio di passo radicale per intensificare la vaccinazione in particolare delle persone più fragili, è da valutare seriamente una rimodulazione su scala territoriale della vaccinazione per i Comuni più colpiti, come si sta attivando anche in altre Regioni». Secondo l’ex presidente del Consiglio regionale, in questa situazione «è indispensabile poi il ripristino di un Covid-Hotel nella provincia che possa ospitare coloro che sono in quarantena per limitare i contagi in ambiente familiare e domestico, che sono i più frequenti, ed è necessario attivare da subito screening preventivi nelle scuole. Servono interventi urgenti e mirati, non si può più attendere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X