facebook rss

Cerreto d’Esi, ordinanza
di chiusura dei parchi

COVID - L'ordinanza è stata firmata oggi pomeriggio dal sindaco David Grillini come ulteriore misura di contenimento dei contagi
Print Friendly, PDF & Email

David Grillini, sindaco di Cerreto D’Esi

 

 

Giardini pubblici e aree verdi di Cerreto d’Esi off limits per ragazzini e famiglie. Nel paese dell’entroterra montano, nei giorni scorsi, è stato isolato il ceppo mutato del Covid 19 nella variante brasiliana e anche alla luce dell’ordinanza del governatore Acquaroli che ha chiuso le scuole superiori, le seconde e terze medie, e di quella del ministro Speranza che oggi ha deciso di riportare in fascia arancione tutte le Marche, il sindaco David Grillini ha firmato nel pomeriggio un’ordinanza anti- assembramenti che dispone la chiusura degli spazi verdi da domani, sabato 27 febbraio compreso, fino al 5 marzo, salvo proroghe o modifiche delle disposizioni in vigore «È una misura che ho preso a malincuore ma che si rende necessaria a causa dell’ aumento dei contagi e delle quarantene dovuti all’ingresso della variante brasiliana nel nostro Comune. – conferma David Grillini – I controlli che abbiamo rafforzato e che stiamo svolgendo in questi giorni, hanno evidenziato come i giardini pubblici e le aree verdi siano i luoghi a maggior rischio contagio, a causa degli assembramenti rilevati. Analizzando i dati relativi ai contagi della Provincia, si evince chiaramente come l’incidenza dei positivi nella fascia di età compresa tra 11 e 18 anni sia cresciuta in maniera preoccupante. Il nostro provvedimento va a collegarsi all’ordinanza regionale di sospensione della didattica in presenza delle scuole secondarie di secondo grado e delle classi seconde e terze dell’inferiore e vuole essere un rafforzamento di questi provvedimenti assunti per la scuola

L’ordinanza sindacale raccomanda inoltre ai gestori degli esercizi pubblici cerretesi (bar, ristoranti, supermercati, negozi e tabaccai) il rigoroso rispetto delle norme di distanziamento e della capienza massima ammessa nei locali. A tutta la comunità viene inoltre ricordata che è necessario un rigoroso rispetto delle disposizioni relative al divieto di assembramento nelle strade, nelle aree pubbliche come in private anche condominiali, nonché il rispetto delle disposizioni regionali e statali atte a contribuire alla salvaguardia della salute pubblica. Per i contravventori sono previste sanzioni amministrative che possono oscillare da 400 euro a 3000 euro. Nei prossimi giorni eseguiremo una sanificazione straordinaria dei giochi e di tutti gli arredi dei giardini pubblici». Ad oggi secondo i dati della Regione, a Cerreto d’Esi 20 casi di contagio e 41 persone in quarantena.

Marche in zona arancione, Acquaroli: «Mi dispiace moltissimo, va fermata recrudescenza virus»

Acquaroli ha firmato l’ordinanza: scuole chiuse fino al 5 marzo Ancona ancora in zona arancione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X