facebook rss

Scuole chiuse,
striscioni di protesta in Comune:
«Lezioni nei centri commerciali»

ANCONA - Blitz in municipio del comitato Priorità alla Scuola dopo l'ordinanza firmata dal sindaco Mancinelli che blinda fino al 14 marzo gli istituti di ogni ordine e grado. Domani pomeriggio protesta sotto la Regione
Print Friendly, PDF & Email

Gli striscioni in Comune

«Scuole chiuse e il resto aperto», «Domani lezioni nei centri commerciali, sono aperti». E’ questo il contenuto di alcuni degli striscioni apparsi questa sera sui cancelli del Comune di Ancona. Il blitz è stato “rivendicato” sui social dal comitato Priorità alla Scuola che domani, per l’ennesima volta, occuperà l’area antistante Palazzo Leopardi per un presidio statico. Le richieste? Evitare le chiusure generalizzate, incentivare gli screening destinati alla popolazione scolastica e velocizzare il piano dei vaccini. Gli striscioni sono apparsi dopo l’ordinanza firmata nel tardo pomeriggio dal sindaco Valeria Mancinelli che ha disposto la chiusura di tutti gli istituti di ogni ordine e grado fino al 14 marzo. Una decisione presa a causa del febbraio “nero” passato dagli anconetani con un aumento notevole dei contagi e la comparsa della variante inglese del Covid-19.

(tutte le foto sono dalla pagina Fb del Comitato-Priorità alla scuola)

Mancinelli chiude tutte le scuole ad Ancona «I dati peggiorano, siamo oltre il limite»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X