facebook rss

Falconara investe sul cicloturismo

SERVIZI - Tante opportunità grazie ai percorsi ciclopedonali in fase di realizzazione. Il network turistico, attraverso escursioni in bici, promuoverà le attività aderenti
Print Friendly, PDF & Email

 

Il Comune di Falconara chiama a raccolta gli imprenditori falconaresi per promuovere il territorio attraverso lo sviluppo del cicloturismo: dopo aver avviato lo sviluppo di percorsi ciclabili connessi con il resto della regione, l’obiettivo è di promuovere una cultura ‘bike friendly’ tra tutti gli operatori che ruotano attorno al sistema ricettivo. Per questo l’amministrazione comunale ha aderito al protocollo d’intesa NoiMarche, che vanta tra le attività la promozione del cicloturismo, attraverso il network Noi Marche Bike Life. Quest’ultimo, grazie a escursioni in bicicletta, permette di conoscere le eccellenze del territorio marchigiano, da quelle enogastronomiche a quelle paesaggistiche e naturalistiche, fino all’artigianato. Per Falconara il primo passo è creare una rete tra gli stessi operatori per intercettare questa tipologia di turisti e nei giorni scorsi il Comune ha scritto a tutte le categorie direttamente coinvolte: alberghi, B&B, agriturismi con alloggi, case vacanza, affittacamere in forma d’impresa, country house, residenze d’epoca alberghiere ed extra alberghiere, rifugi, campeggi e villaggi turistici. Il progetto è esteso anche a ristoranti, bar, stabilimenti balneari, produttori di prodotti tipici, negozi per biciclette, agenzie di viaggio, artigiani e a tutti gli operatori potenzialmente interessati, che possono aderire diventando bike friendly. «Il cicloturismo – si legge nella lettera – è un settore in forte espansione in Italia. Di sicuro sarà protagonista della prossima stagione estiva e della nuova normalità in epoca Covid 19. In Italia nel 2019 sono state vendute 1,7 mln di biciclette (3 al minuto) e quasi 2 milioni di italiani la usano come mezzo di trasporto quotidiano. Nel 2019 il cicloturismo, tra turisti italiani e stranieri, ha generato quasi 55 milioni di pernottamenti, per una spesa complessiva di 4,7 miliardi di euro. E’ importante unire le forze e organizzarsi al meglio per essere pronti all’accoglienza».

Falconara è al centro di due grandi progetti per lo sviluppo del cicloturismo: la Ciclovia Adriatica, che interessa tutta la costa marchigiana e si inserisce in un percorso di 1300 chilometri da Trieste a Santa Maria di Leuca, e la Ciclovia dell’Esino, che da Falconara arriva fino a Frasassi per un totale di 50 chilometri. Falconara rappresenta il punto di congiunzione tra i due percorsi. In questi giorni si sta completando il tratto di Ciclovia Adriatica che dalla stazione raggiunge il ponte ciclopedonale di Fiumesino, da dove imboccare il percorso lungo il fiume.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X