facebook rss

Burioni in Consiglio regionale:
«In Europa una catastrofe vaccinale,
siamo ancora molto indietro»

IN OCCASIONE dell'Assemblea dedicata al medico Carlo Urbani, il virologo ha criticato le campagne vaccinali che a differenza di altri Paesi vanno a rilento. «Sars peggio del Coronavirus ma meno contagiosa. La scienza ha fatto un miracolo, nel giro di 11 mesi ha realizzato vaccini che hanno una incredibile efficacia. Orgoglioso del lavoro fatto dalle Marche»
Print Friendly, PDF & Email

roberto_burioni_consiglio_marche

Roberto Burioni collegato con il Consiglio regionale

 

«L’Europa ha messo in atto una catastrofe vaccinale, mentre altri Paesi si sono mossi prontamente, noi qui siamo molto indietro» ha detto in Consiglio regionale delle Marche Roberto Burioni. Ha partecipato alla seduta dedicata a Carlo Urbani, il medico che identificò la Sars e che morì nel 2003 dopo essere stato contagiato. Burioni ha fatto un collegamento proprio tra il Covid e la Sars: «è meno letale rispetto alla Sars che ha ucciso Carlo Urbani ma molto più contagioso e viene diffuso da persone che magari si ammaleranno domani ma che ancora non hanno sintomi. Quest’anno in Italia non ci sono state influenze, né infiammazioni respiratorie perché le misure messe in atto hanno fermato gli altri virus ma non il Covid. Tanti medici hanno fatto lo stesso sacrificio di Carlo». Burioni ha poi affrontato la questione dei vaccini e ha parlato di un «miracolo della scienza che in 11 mesi ha messo a puto vaccini che hanno una efficacia incredibile. Non è scontato che un vaccino arrivi, ma soprattutto che arrivi in tempi così brevi. Ogni giorno abbiamo dati che ci confermano sicurezza ed efficacia di questi vaccini. E’ chiaro che non ci sono possibilità di riaprire come niente fosse se non vacciniamo tutti. Sono orgoglioso di quello che sta facendo la Regione Marche: mio padre di 92 anni, è stato medico, è stato già vaccinato. Possiamo far fare a questo virus la fine della polio. L’affronto maggiore a Carlo Urbani lo fanno i sanitari che non si vaccinano. Ho insistito molto che si faccia una legge perchè non ci siano medici che rifiutano il vaccino. Al momento non abbiamo evidenze di varianti che sfuggono al vaccino». Burioni è stato critico invece sul modo in cui in Europa avviene la vaccinazione: «siamo molto indietro. L’efficacia di questi vaccini è mostruosa. Israele vaccinando solo il 51% della popolazione è riuscita, in assenza di lockdown, a passare da 750 casi ogni 100mila abitanti ad avere meno di 100 casi al giorno su una popolazione di 9 milioni. Lo stesso accade nel Regno Unito e negli Stati Uniti».

(Redazione CM)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X