facebook rss

Morto per Covid don Alex Ravindran:
«Missionario che aiutava gli ultimi»

OSIMO piange la morte del sacerdote, per due anni vice parroco della chiesa di Santa Maria Regina della Pace alla Stazione. Il decesso è avvenuto all'ospedale di Chennai, in India sua terra natale, dove aveva realizzato tanti progetti di assistenza. Il messaggio di cordoglio del sindaco Pugnaloni
Print Friendly, PDF & Email

Don Alex Ravindran

 

È morto all’ospedale Chennai, città dell’India orientale, don Alex Ravindran per complicanze collegate al Covid 19. Una vita, la sua, spesa a servizio degli ultimi. Il sacerdote indiano che aveva trascorso un biennio ad Osimo come vice parroco della chiesa di Santa Maria Regina della Pace di Osimo Stazione, era rimasto sempre in contatto con la città dei ‘senza testa’ anche quando aveva deciso di ritornare nella sua terra natale per concretizzare progetti di assistenza in aiuto dei più deboli. Da quello che si è saputo, il missionario è deceduto oggi, 1 giugno, dopo diverse settimane di ricovero.

L’orfanotrofio costruito da don Alex in India

«A nome mio personale e di tutta la città esprimo le più sentite condoglianze per la scomparsa di don Alex Ravindran, colpito dal Covid , – scrive il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni – ex vice parroco di Osimo stazione/Abbadia per due anni, poi era ritornato in India per realizzare importanti progetti: l’orfanotrofio maschile Bbl, la scuola primaria in inglese “San Francesco di Paola”, l’orfanotrofio femminile “Casa della Misericordia di Padre Pio”, la casa di assistenza ed accoglienza” Santa Maria Goretti”. Ogni anno un numeroso gruppo di osimani prima del Covid andavano a sostenerlo per diverse settimane, ed anche l’Amministrazione comunale nel 2016 gli è stata vicino».

Il filo sottile della solidarietà che lega Osimo all’India

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X