facebook rss

Flavia Maria Galeazzi vince
le regionali dei Giochi della Chimica

ANCONA - La studentessa del Savoia-Benincasa è risultata prima tra i 76 candidati provenienti da numerosi istituti superiori delle Marche. Entrerà di diritto alla finale nazionale che dovrebbe svolgersi in presenza a Roma in autunno. «Cosa amo di questa materia? Ti cambia la visione del mondo» racconta
Print Friendly, PDF & Email

 

La studentessa del Savoia-Benincasa Flavia Maria Galeazzi ha conquistato il gradino più alto del podio regionale dei Giochi della Chimica 2020-2021, totalizzando ben 139 punti e con ben 25 punti di distacco rispetto alla seconda classificata. In gara per la categoria del triennio (frequenta il terzo anno, sezione Q dell’indirizzo quadriennale di Scienze Applicate) Flavia lo scorso 28 maggio ha sbaragliato la concorrenza di altri 76 candidati provenienti da numerosi istituti superiori della regione. Flavia aveva partecipato anche l’anno scorso alla competizione, organizzata dalla Società Chimica Italiana (SCI) superando la selezione regionale e classificandosi al quinto posto nazionale. E anche stavolta entrerà di diritto alla finale nazionale, che dovrebbe svolgersi in presenza, a Roma, probabilmente in autunno.« Ho sempre amato questa materia – racconta- e non pensavo di arrivare al primo posto. Molte domande prevedevano un ragionamento elaborato e complesso e sono soddisfatta perchè ho ottenuto un punteggio molto alto. Cosa amo della Chimica? – prosegue- è un po’ come la Filosofia, ti cambia la visione del mondo. L’ho amata fin dal primo anno e la studio con piacere». Per prepararsi alle Nazionali c’è tempo, adesso la studentessa vuole godersi le meritate vacanze estive dopo tanti mesi di lockdown e pandemia. Soddisfatto anche il suo professore, Andrea Bernacchia, che l’ha affiancata durante la preparazione e lo studio.«Complimenti a Flavia – ha commentato- e anche agli altri ragazzi dell’Istituto del triennio che hanno ottenuto buoni risultati. Incoraggianti anche i risultati conseguiti dagli studenti del biennio». I Giochi della Chimica hanno lo scopo di stimolare tra i giovani l’amore per questa disciplina e anche di selezionare la squadra italiana per partecipare alle Olimpiadi internazionali della Chimica. Sono nati nel 1984 in Veneto su iniziativa del prof. Scorrano dell’Università di Padova, e sono rimasti per tre anni una manifestazione a carattere regionale. Dal 1987 sono diventati una manifestazione nazionale e si svolgono in tre momenti: una fase regionale, una fase nazionale e una fase internazionale. Al link la classifica regionale nella classe di concorso B riservata agli studenti del triennio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X