facebook rss

Inaugurato il ‘Giardino di Sauro’

FALCONARA - Ieri mattina taglio del nastro alla scuola Da Vinci per l’orto didattico con angolo dei dinosauri, murales, aiuole e aree relax
Print Friendly, PDF & Email

 

Doppia festa, nell’ultimo giorno di scuola, per la elementare Da Vinci di Castelferretti, che venerdì 4 giugno ha premiato l’alunna Emma Romagnoletti, campionessa nazionale di matematica e, nella stessa giornata, ha presentato il nuovo giardino scolastico. Al suo interno, una grande aiuola con verdure e spezie, fioriere colorate realizzate con materiale di recupero, uno spazio per il relax con pancali trasformati in divani all’aperto e un ‘angolo dei dinosauri’, dove sarà possibile fare esperimenti con un vulcano in miniatura. Sono tanti gli stimoli del nuovo ‘Giardino di Sauro’, ricavato all’interno del giardino scolastico della scuola elementare Da Vinci di Castelferretti. Il giardino di Sauro, dedicato al compianto maestro Sauro Giacchetti che ha appassionato alle materie scientifiche tante generazioni di castelfrettesi, è stato realizzato nell’ambito del progetto ‘Cantiere Nuova Didattica’, finanziato dalla Fondazione Cariverona, con un contributo del Comune di Falconara.

All’inaugurazione di ieri mattina hanno partecipato il sindaco Stefania Signorini e l’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi, che sono state ricevute dalla professoressa Rosa Martino, dirigente scolastica del Comprensivo Sanzio. Erano presenti anche gli atelieristi Laura Faccenda e Benedetta Ortenzio, che hanno guidato i bambini della III A e della III B nella realizzazione del progetto, avviato nel gennaio scorso. I bambini si sono mostrati entusiasti nel partecipare a questo percorso: prima hanno fatto una serie di sopralluoghi nell’area verde della scuola, poi in classe hanno progettato quello che sarebbe stato il nuovo giardino, realizzando anche alcuni plastici che sono stati esposti in occasione dell’inaugurazione di venerdì. Gli alunni hanno portato avanti il progetto anche durante la chiusura della scuola, attraverso le lezioni in Dad: a casa, nei vasetti di yogurt e di marmellata, hanno piantato i semi delle essenze che sarebbero state poi trapiantate nell’orto didattico, un’aiuola delimitata da mattoni di tufo a forma di una grande ‘L’. Al suo interno e nelle aiuole già esistenti hanno trovato posto cipolle, fagioli, una pianta di zucca, menta, salvia, timo, rosmarino, basilico, pomodori e melanzane, lavanda. I bimbi, con il legno dei pancali levigato e verniciato, hanno realizzato anche fioriere dove hanno trovato posto piante di portulaca. A completare il progetto, i grandi murales all’interno e all’esterno della scuola. Il più particolare è quello realizzato dentro la parte più antica della Da Vinci: sul muro sono state disegnate le vere sagome di tutti gli alunni delle terze e ognuno ha disegnato un cuore all’interno del proprio profilo.

Premiata Emma Romagnoletti, prima classificata nella finale nazionale dei Giochi matematici del Mediterraneo

L’inaugurazione si è conclusa con un altro evento, la premiazione di Emma Romagnoletti, alunna della III A che si è classificata prima nella finale nazionale dei Giochi matematici del Mediterraneo categoria P3, con il punteggio massimo. «Emma ha portato il nome di Falconara e della scuola Da Vinci alla ribalta nazionale – è stato il commento del sindaco Stefania Signorini – e sono orgogliosa, come sindaco e come insegnante, di questo risultato. Così come sono orgogliosa del progetto del Giardino di Sauro, che ha permesso di dotare la scuola di una bellissima area verde e ha messo in luce il grande impegno e la fantasia dei bambini». «Complimenti ai ragazzi che si sono dimostrati veri progettisti – dice l’assessore ai Lavori Pubblici e Ambiente Valentina Barchiesi –. I plastici che hanno realizzato e la creazione del giardino offrono molti spunti su quelle che sono le loro esigenze. Ne terremo conto quando dovremo progettare la nuova scuola Da Vinci». Nell’ultimo giorno di scuola è stata anche premiata Emma Romagnoletti, prima classificata nella finale nazionale dei Giochi matematici del Mediterraneo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X