facebook rss

Il disagio giovanile, lectio magistralis
di Umberto Galimberti

OSIMO – Il filosofo sarà in piazza Dante domani sera intervistato dalla giornalista Beatrice Testadiferro. In caso di maltempo l’evento si sposterà al PalaBaldinelli
Print Friendly, PDF & Email

 

Umberto Galimberti protagonista di un incontro di Medicina per Me! Il filosofo terrà la Lectio Magistralis “Il disagio giovanile nell’età del nichilismo”, ad Osimo, in Piazza Dante, domani mercoledì 21 luglio alle ore 21.15. In caso di maltempo l’appuntamento si terrà al PalaBaldinelli. Durante la serata intermezzo di musica e danza con il Centro Studi Danza Gaspare Spontini di Maiolati Spontini. Biglietti disponibili sul circuito CiaoTickets e alla biglietteria del Teatro La Fenice di Osimo dalle ore 17 sia di domani 20 luglio sia di mercoledì. L’organizzazione è a cura di Medicina per Me!, format di divulgazione scientifica, e Roberta Cesaroni coach adolescenziale e vanta il patrocinio del Comune di Osimo (segreteria organizzativa a cura di Eclissi Eventi). Presenta l’incontro la giornalista Beatrice Testadiferro. «Dopo l’appuntamento dedicato agli adolescenti con Mogol, nel 2019 a Jesi, in cui abbiamo affrontato argomenti importanti come resilienza e creatività, è ora il momento di affrontare il disagio giovanile con una delle personalità più autorevoli del panorama nazionale, Umberto Galimberti – affermano gli organizzatori nel comunicato ufficiale – Crediamo molto nel fondamentale ruolo dell’educatore e del genitore, ed è per questo che vogliamo portare nel territorio coloro che possono dare input e suggerimenti importanti per approcciarsi ai bambini e ai ragazzi affinché i rapporti e le relazioni siano positivi e capaci di costruire basi importanti per la crescita e quindi per il futuro delle giovani generazioni. È per questo che si suggerisce la partecipazione all’incontro con Galimberti ai genitori e a coloro che operano nella formazione».Biglietti a partire da 16 euro sul circuito CiaoTickets (per info: 0733865994 – info@eclissieventi.it).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X